Home Energia Amministratori di condominio, novità Guida pratica Enea

Amministratori di condominio, novità Guida pratica Enea

Realizzata con linguaggio semplice, sarà utile per i professionisti che si occupano di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli edifici

328

In Italia ci sono circa 2 milioni di condomini, all’interno dei quali vivono 22 milioni di persone. Ci sembra pertanto utile ed efficace l’iniziativa di Enea e Isnova, ovvero la pubblicazione di una nuova Guida pratica alla ristrutturazione e riqualificazione energetica degli edifici per amministratori di condominio, realizzata nell’ambito della campagna nazionale Italia in Classe A.

Ma di cosa si tratta in dettaglio? Quali gli argomenti approfonditi?

Amministratori di condominio, novità Guida pratica Enea

Questa guida intende presentare agli amministratori – ma anche a tutti gli altri “attori” del condominio, dal singolo condòmino, ai consiglieri fino alla stessa assemblea condominiale – gli strumenti pratici che consentano scelte informate sulle opportunità di investire in riqualificazione energetica degli edifici, per ridurre gli sprechi e concretizzare il potenziale di efficientamento tecnico-economico esistente, ha dichiarato Ilaria Bertini, direttore del dipartimento Unità per l’Efficienza Energetica dell’ENEA.

I capitoli contenuti nella guida riguarderanno: energia e abitare, le detrazioni fiscali e gli incentivi, il conto termico, alcuni esempi d’intervento, la sensibilizzare dell’assemblea dei condomini verso l’uso consapevole dell’energia, i condomini +4.0, le barriere per alla riqualificazione degli edifici.

Leggi anche: Bonus mobili, la nuova Guida di febbraio 2020

Detrazioni fiscali e bonus casa, ecco le dritte della Guida

Sarà uno strumento di certo utile per gli amministratori di condominio e i professionisti del settore, continua la Bertini, e di particolare importanza è il capitolo Le detrazioni fiscali e gli incentivi dedicato a:
bonus casa,
ecobonus,
sismabonus,
cessione del credito,
sconto in fattura e
bonus facciate.

Come intervenire sull’esistente?

Un’importante novità è l’attenzione che la guida dedica al “fattore umano”, ovvero al rapporto tra comportamenti, tecnologia e consumi di energia.

Circa il 40% dei consumi finali e il 36% delle emissioni di gas serra del nostro paese vengono da case, uffici e negozi energivori, in quanto in gran parte costruiti tra gli anni ‘50 e ‘70, quando l’attenzione all’efficienza era minima. Per questa ragione la riqualificazione degli edifici esistenti rappresenta una vera e propria miniera del risparmio energetico e favorisce la riduzione dei costi in bolletta per le famiglie, un minore impatto ambientale e una concezione sostenibile dell’abitare, con un indiscusso miglioramento della qualità della vita, conclude Ilaria Bertini.

>> Scarica la Guida Enea-Isnova

Ti potrebbe interessare:

Ecobonus e risparmio energetico. Le novità e le conferme 2020 con quesiti risolti

Ecobonus e risparmio energetico. Le novità e le conferme 2020 con quesiti risolti

Lisa De Simone, 2020, Maggioli Editore

Ecobonus confermato con aliquote al 50 e 65 per cento a seconda dei lavori. Detrazioni più elevate per gli interventi in condominio. Sempre ammessa la cessione del credito. Previsto anche lo sconto in fattura ma solo per i lavori condominiali di importo superiore ai 200.000 euro relativi...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here