Home in evidenza Direttore dei lavori, non è punibile se attesta falsamente la conformità delle...

Direttore dei lavori, non è punibile se attesta falsamente la conformità delle opere

A progetto approvato, può beneficiare della particolare tenuità del fatto? Lo chiarisce la Cassazione con la sentenza n. 3461/20

400

Il direttore dei lavori o progettista che attesta il falso sulla conformità di opere edilizie a progetto approvato, può beneficiare della particolare tenuità del fatto. Cosa significa?

A chiarirlo è la sentenza n. 3461/20 della Cassazione.

Direttore dei lavori non colpevole, perché vale la «tenuità del fatto»?

Il professionista in esame aveva ricevuto una condanna di 200 euro di multa nei precedente grado di appello. I giudici hanno fatto riferimento a quanto disposto dalla Corte d’appello che ha disatteso la richiesta di esclusione della punibilità in considerazione del ruolo non solo esecutivo, ma anche certificativo, del progettista e direttore dei lavori.

Leggi anche: Direttore lavori: è responsabile se il cantiere non rispetta la normativa

La motivazione è illogica secondo la Corte, era stata fondata sulla impropria valorizzazione di un elemento costitutivo della fattispecie, e come tale era pertanto non adatto a permettere di escludere l’esiguità del danno o del pericolo derivato dalla condotta.

Inoltre, tale motivazione priva la necessaria considerazione globale della vicenda e della personalità del professionista, non essendo state considerate la modestia delle difformità riscontrate, il loro immediato accertamento da parte degli organi comunali, l’assenza di precedenti condanne, la considerazione di scarsa gravità del fatto compiuta dalla stessa Corte d’appello, che ha inflitto all’imputato la sola pena pecuniaria, tra l’altro in misura prossima al minimo (200 euro).

La sentenza è in conclusione annullata esclusivamente per la configurabilità della causa di non punibilità ex articolo 131-bis del codice penale, con rinvio per nuovo giudizio ad altra sezione della Corte d’appello di Trieste.

Approfondisci con: I Minimi tariffari non sono inderogabili: la Cassazione NON ha detto il contrario

Ti potrebbe interessare:

 Il direttore dei lavori dopo il d.m. n. 49/2018

Il direttore dei lavori dopo il d.m. n. 49/2018

Marco Agliata, 2018, Maggioli Editore

Il decreto D.M. Infrastrutture 49/2018 in G.U. n. 111 del 15/05/2018, recentemente pubblicato, sostituisce e abroga gli articoli dal 178 al 210 del d.P.R. 207/2010 individuando gli atti, i documenti e le modalità di svolgimento delle varie fasi della direzione dei...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here