Home News dalle aziende Klimahouse Tours: alla scoperta dell’architettura sostenibile in Alto Adige

Klimahouse Tours: alla scoperta dell’architettura sostenibile in Alto Adige

Progetti di edifici sostenibili e meglio integrati nell’ambiente hanno ricoperto un ruolo fondamentale nell’adeguamento agli standard abitativi attuali di una parte del patrimonio edilizio cittadino

54

Klimahouse 2020 oltrepassa gli spazi espositivi di Fiera Bolzano per mostrare al pubblico come idee e progetti innovativi prendono forma nella realtà attraverso la realizzazione di strutture architettoniche moderne e sostenibili. Hotel dal design suggestivo e masi tradizionali simbolo della cultura contadina, storici edifici cittadini e laboratori hi-tech: i Klimahouse Tours accompagneranno visitatori, professionisti del settore e semplici appassionati in un percorso alla scoperta guidata del patrimonio edilizio altoatesino.

Quattro giorni di meeting e incontri per riflettere sull’importanza ricoperta da spazi abitativi e lavorativi nella vita quotidiana del singolo e un programma di 150 eventi per riscoprire il profondo rapporto che lega l’uomo all’ambiente che lo circonda. La quindicesima edizione di Klimahouse, fiera internazionale per l’efficienza energetica e il risparmio in edilizia, propone al pubblico il meglio dell’architettura sostenibile: non solo progetti e idee innovative in mostra negli spazi espositivi di Fiera Bolzano ma anche un ricco programma di visite guidate agli esempi più interessanti e moderni del panorama altoatesino.

Pensato sia per i professionisti del settore che per i semplici appassionati, il programma dei Klimahouse Tours, organizzato da Fiera Bolzano in collaborazione con la Fondazione Architettura Alto Adige, prevede numerosi percorsi tematici per scoprire, in compagnia dei progettisti, le buone pratiche e le nuove declinazioni dell’edilizia pubblica e privata in Alto Adige.

Dal risanamento (materiale ed energetico) del patrimonio storico cittadino all’adeguamento di edifici e strutture vitali per un regolare sviluppo urbanistico come scuole, hotel e sistemi di teleriscaldamento. E per rendere l’esperienza ancora più reale e immersiva, i Klimahouse Tours offrono anche la possibilità di sperimentare come si vive all’interno di un’abitazione tradizionale, certificata CasaClima, ecosostenibile ed energicamente efficiente.

Il nuovo comfort dell’abitare

Una delle mete principali dei Tours di quest’anno sarà maso Stocker, un antico casolare con una splendida veduta sul bacino di Brunico, visitabile nell’ambito del “Klimahouse Tour 2”. Nel 2018 la struttura è stata ampliata e ammodernata, combinando elementi moderni e tradizionali per offrire agli ospiti il massimo del comfort abitativo, ma anche garantire un importante risparmio grazie ai bassi consumi energetici.

Progettato dallo studio Comfort Architetti, maso Stocker rappresenta uno degli esempi più riusciti di edilizia residenziale sostenibile nel territorio della Provincia di Bolzano, tanto da essere diventato un punto di riferimento per la moderna architettura altoatesina, oltre ad essere stato insignito del prestigioso premio della giuria ai CasaClima Awards 2019.

Lo stesso approccio di valorizzazione degli aspetti più caratteristici e tradizionali degli edifici è stato applicato anche al Grieserhof di Nalles, un antico fienile risalente al 1313 e sotto la tutela dei Beni Culturali. Oggi questa realtà unica nel panorama del patrimonio culturale contadino dell’Alto Adige è stata ristrutturata per ospitare quattro eleganti appartamenti vacanza; gli appassionati dell’agriturismo e della combinazione tra comfort, modernità e rispetto della tradizione potranno visitarlo durante il “Klimahouse Tour 1”.

Patrimonio storico in chiave moderna

In anni recenti i progetti di edifici sostenibili e meglio integrati nell’ambiente circostante hanno ricoperto un ruolo fondamentale soprattutto nell’adeguamento agli standard abitativi attuali di una parte del patrimonio edilizio cittadino. Strutture con una precisa identità architettonica, chiamate ad affrontare un “upgrade” tecnologico, dal punto di vista materiale ed energetico che però non ne snaturi aspetto e valore storico. Esattamente ciò che è avvenuto per la palazzina di “Villa Maria” nel centro città di Bolzano (“Klimahouse Tours 6”). Ammodernato energicamente e ampliato a livello volumetrico seguendo il progetto dello studio Architetti Lunz – Zöschg, il manufatto ha elevato i propri livelli di comfort e servizi mantenendo perfettamente anche il proprio carattere di edificio storico.

Un’accoglienza fatta di design

I “Klimahouse Tours 8”, di scoperta, permetteranno al pubblico di sperimentare anche uno degli aspetti maggiormente noti della regione, ovvero gli elevati standard di accoglienza e il design architettonico raffinato delle migliori strutture ricettive nei dintorni di Bolzano. Un percorso di visita guidata che si snoda tra moderne location immerse in spettacolari cornici naturali.

Come l’Hotel Pfösl di Nova Ponente, interamente realizzato con metodi ecologici e selezionando solo legni locali, in modo da creare un’atmosfera naturale che racconti agli ospiti il meraviglioso territorio che li circonda. Oppure come l’Hotel Lamm nel borgo antico di Castelrotto il cui progetto di ristrutturazione è stato in grado di modernizzare la struttura con l’aggiunta di un suggestivo tetto apribile, preservando però il carattere estetico tradizionale, in armonia con il contesto del paese e del panorama circostante.

L’ultima frontiera della ricerca

Gli appassionati dell’innovazione potranno fare visita ai luoghi dove le idee più moderne sbocciano e prendono forma. Klimahouse Tours quest’anno farà tappa anche presso il NOI Techpark di Bolzano, centro tecnologico e di ricerca dove hanno sede servizi per le imprese e i moderni laboratori di Eurac Research.

Tra le attrazioni più interessanti, senza dubbio, l’Hygrothermal Testing Lab che permette di misurare proprietà termiche e igrometriche dei materiali edili, l’Heat Pumps Lab dove vengono testate pompe di calore e interi impianti in condizioni stazionarie e dinamiche, o ancora il simulatore solare che misura le prestazioni elettriche di moduli e sistemi fotovoltaici.

Ma a raccogliere il consenso del pubblico potrebbe essere soprattutto il terraXcube, centro di Eurac Research che simula le condizioni climatiche più estreme del pianeta per studiarne gli effetti sulle performance di materiali e prodotti, nonché le principali conseguenze su uomo ed esseri viventi.

KLIMAHOUSE 2020
Fiera Bolzano, 22 – 25 gennaio 2020


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here