Home Fiscale Decreto fiscale approvato alla Camera, tutte le novità in edilizia

Decreto fiscale approvato alla Camera, tutte le novità in edilizia

Com'è cambiato il decreto fiscale ora che è in attesa del via libera del Senato? Ecco le modifiche e il punto sulle novità in edilizia

1542

Lo scorso venerdì 6 dicembre, al momento del voto finale sul Decreto fiscale, le modifiche in extremis non sono state poche, ma alla fine il procedimento è stato approvato dall’aula di Montecitorio.

Mentre aspettiamo il via libera definitivo del Senato, entro il 29 dicembre, vediamo in dettaglio come è cambiato il testo del dl fiscale alla Camera, specie per le materie di nostra competenza, edilizia e professioni tecniche.

Decreto fiscale approvato alla Camera, quali novità in edilizia?

Presentiamo punto per punto e articolo per articolo, le ultime modifiche che sono state apportate al dl Fiscale, che conferisce grande rilievo alla messa in sicurezza degli edifici e degli immobili scolastici e all’articolo sugli appalti.

Quest’ultimo, rispetto al testo del dl attualmente in vigore, allenta la stretta sugli appalti ad alta densità di manodopera. Ci sono nuovi obblighi, che però riguardano solo i contratti superiori a 200mila euro.

Leggi anche: Decreto fiscale: appalto e subappalto, cosa cambia

Articolo 4
È stato sostituito. L’articolo reca misure di contrasto all’omesso versamento delle ritenute. Il committente deve richiedere all’impresa appaltatrice copia del versamento delle ritenute a fini di riscontro; nel caso di mancata trasmissione o nel caso risultino omessi o insufficienti versamenti deve sospendere il pagamento dei corrispettivi maturati.

È stata inoltre estesa l’inversione contabile in materia di Iva, la cosiddetta reverse charge, alle prestazioni effettuate mediante contratti di appalto, che vengono svolti con il prevalente utilizzo di manodopera presso le sedi del committente e con l’utilizzo di beni strumentali di sua proprietà.

>> Su questo tema: Nuovo reverse charge in edilizia, quando è obbligatorio? Vale per il forfetario?

Articolo 23
Soppresso. L’articolo introduceva sanzioni amministrative per la violazione dell’obbligo di POS per commercianti e professionisti.

Articolo 37
Si estende al 2019 e al 2020 la possibilità di compensare le cartelle esattoriali coi crediti delle imprese nei confronti della pubblica amministrazione, e si riducono gli interessi per il versamento, la riscossione e i rimborsi di tutti i tributi.

Articolo 40
Viene autorizzata la spesa di 460 milioni di euro per investimenti infrastrutturali nella rete ferroviaria nazionale.

Approfondisci con: Infrastrutture: sbloccati 3,5 miliardi in 78 giorni. E adesso?

Articolo 46-bis
Si ridistribuisconole risorse dell’otto per mille per l’edilizia scolastica tra Nord, Centro e Sud, e si consente ai contribuenti di destinare l’otto per mille a una specifica tipologia di intervento.

Articolo 41
Il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese è rifinanziato di 670 milioni di euro.

Articolo 58-septies
Incremento di 40 milioni di euro il Fondo per le emergenze nazionali, al fine di fronteggiare le emergenze connesse con gli eccezionali eventi meteorologici occorsi nei mesi di ottobre e novembre in diverse regioni del territorio nazionale.

Articolo 58-octies
L’articolo istituisce un’apposita sezione del Fondo unico per l’edilizia scolastica per la messa in sicurezza e riqualificazione energetica degli edifici scolastici pubblici.

Ecco l’eBook con tutte le NOVITA’ e le conferme della Legge di Bilancio 2020 in materia fiscale per l’edilizia.

BONUS FACCIATE E AGEVOLAZIONI FISCALI 2020 IN EDILIZIA

BONUS FACCIATE E AGEVOLAZIONI FISCALI 2020 IN EDILIZIA

Lisa De Simone, 2019, Maggioli Editore

Esordisce dal 1° gennaio 2020 il nuovo Bonus Facciate che garantisce un super sconto fiscale del 90% per il miglioramento e l’abbellimento delle facciate degli edifici. Nella Manovra Finanziaria 2020 non c’è solo questa importante novità. Accanto al super bonus,...



 


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here