Home Edilizia Prove sui materiali da costruzione, pubblicati criteri per l’autorizzazione ai Laboratori

Prove sui materiali da costruzione, pubblicati criteri per l’autorizzazione ai Laboratori

Pubblicati i criteri per il rilascio dell’autorizzazione ai Laboratori per prove e controlli sui materiali da costruzione per strutture e costruzioni esistenti

340

La Circolare del CSLLPP n. 633 del 3/12/2019, pubblicata ieri, contiene i “Criteri per il rilascio dell’autorizzazione ai Laboratori per prove e controlli sui materiali da costruzione su strutture e costruzioni esistenti” di cui all’art. 59, comma 2, del D.P.R. n. 380/2001. Su questi criteri si era espressa favorevolmente l’Assemblea generale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici con Parere n. 48/2019 reso nell’adunanza del 27 settembre 2019.

La Legge 14 giugno 2019, n. 55, di Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, recante “disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l’accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.140 del 17 giugno 2019, ha modificato l’art. 59 del D.P.R. n. 380/2001, Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia.

Prove sui materiali da costruzione, prove nei laboratori: cosa cambia?

La modifica introduce una novità: la possibilità, da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di autorizzare con proprio decreto anche Laboratori per prove e controlli sui materiali da costruzione su strutture e costruzioni esistenti (alla lettera c-bis).

Sblocca Cantieri, OK a nuovi laboratori di prova sull’esistente

Questo nuovo campo di autorizzazione si affianca ai campi già precedentemente attivi inerenti i laboratori per l’effettuazione delle prove sui materiali da costruzione (lettera a) e delle prove su terre e rocce (lettera c). Questi campi di attività sono già da tempo regolati, rispettivamente, dalle Circolari 7617/STC e 7618/STC del 8 settembre 2010. La stessa Legge (articolo 3, comma 1-bis) ha inoltre stabilito che:

Al fine di dare attuazione all’articolo 59, comma 2, lettera c-bis ), del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, come introdotta dal comma l, lettera 0a ), del presente articolo, il Consiglio superiore dei lavori pubblici, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, adotta specifici provvedimenti”.

Sulla base di una proposta di provvedimento formulata dal Servizio Tecnico Centrale, organo tecnico di amministrazione attiva del Consiglio Superiore dei LL.PP. competente per le autorizzazioni ai laboratori di cui all’articolo 59 del DPR 380/01, l’Assemblea Generale del Consiglio Superiore, con Parere n. 48/19 reso nell’adunanza del 27 settembre 2019, si è favorevolmente espressa sullo schema del provvedimento.

A proposito di decreto crescita, ecco un’analisi completa:

Decreto Sblocca Cantieri: le novità per gli appalti e l’edilizia

Decreto Sblocca Cantieri: le novità per gli appalti e l’edilizia

Stefano Bertuzzi - Gianluca Cottarelli, 2019, Maggioli Editore

La Legge n. 55 del 14 giugno 2019, di conversione con modifiche del Decreto legge n. 32/2019 (Sblocca Cantieri), è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 92 del 17 giugno 2019.Lo Sblocca Cantieri contiene "Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here