Home in evidenza Inail, non è obbligatoria per i professionisti

Inail, non è obbligatoria per i professionisti

Lo afferma la Cassazione, chiarendo anche i casi in cui i soci delle cooperative e di ogni altro tipo di società sono invece sottoposti a obbligo di iscrizione assicurativa

5178

La Corte di Cassazione, con Sentenza 21 novembre 2019, n. 30428, si è espressa sul tema di assicurazione contro gli infortuni e le malattie professionali, stabilendo che non sussiste l’obbligo assicurativo nei confronti dei componenti di studi professionali associati.

Il libero professionista può dunque scegliere se ricorrere alla tutela antinfortunistica dell’Inail oppure no. Ma vediamo in dettaglio cos’altro ha stabilito la sentenza sul tema.

Inail, quando non vige l’obbligo assicurativo antinfortunistico?

La Corte d’Appello di Milano (con sentenza n. 1457 del 2016), ha respinto l’appello proposto dall’Inail avverso la sentenza di primo grado che, su domanda proposta dallo studio di architetti in esame, aveva dichiarato che i professionisti non fossero soggetti all’obbligo assicurativo di cui all’assicurazione obbligatoria per gli infortuni e le malattie professionali gestita dall’Inail.

Leggi anche: Piano operativo di sicurezza, come si gestiscono i subappalti?

La Corte, confermata la sentenza impugnata, ha sostenuto che tutto sia scaturito dall’accertamento ispettivo del 30 maggio 2012, a seguito del quale è emerso che l’atto costitutivo dello studio appellato prevede che i singoli architetti siano gli unici a garantire lo svolgimento delle attività facenti capo allo studio associato.

Dunque, essendo la concreta situazione organizzativa assimilabile a quella dei soci lavoratori delle società semplici, la loro opera debba essere inquadrata nella previsione di cui all’art. 4, comma 1 n.7, t.u. 1124 del 1965.

Il Tribunale ha negato l’obbligo assicurativo ritenendo che l’operazione di assimilazione ipotizzata sia illegittima dato che gli architetti associati sono liberi professionisti.

Cosa ha deciso la Cassazione?

La Corte ha ripreso in mano la sentenza 15971 del 2017, collegandosi a quanto esplicitato dalla Corte costituzionale con la pronuncia 25 del 13 gennaio 2016.

La questione era relativa alla legittimità costituzionale sollevata dal tribunale di Brescia per l’esclusione dell’obbligo Inail a un gruppo di infermieri professionisti, in conflitto coi principi degli articoli 3 e 38 della Costituzione. I giudici non avevano rilevato violazione del principio di eguaglianza. Era di fatto stata così bocciata la lettura della presenza di una “dipendenza funzionale” dei membri dello studio associato, incentrandosi invece sul più generale rispetto delle molteplici forme organizzative dello studio associato e della autonomia dei liberi professionisti.

Approfondisci con: Regime forfettario, con la legge di bilancio 2020 converrà ancora?

Chi è esonerato da iscrizione Inail?

La Suprema Corte – con la sentenza n. 5382/2002 – aveva già a suo tempo stabilito che i soci delle cooperative e di ogni altro tipo di società sono sottoposti a obbligo di iscrizione Inail in due casi:
– quando prestano attività lavorativa di tipo manuale;
– se svolgono attività intellettuale di sovrintendenza al lavoro altrui, qualora quest’ultima avvenga in forma subordinata.

In conclusione, non sono obbligati a iscriversi all’Inail gli architetti associati perché non svolgono né attività manuale né attività intellettuale di vigilanza sul lavoro altrui in regime di subordinazione.

Ti potrebbe interessare:

Guida ai Piani di Sicurezza 2.0

Guida ai Piani di Sicurezza 2.0

La guida è aggiornata con il capitolo “Integrazione ai Piani di Sicurezza – Rischio Covid-19” a cura di Marco Ballardini e Carmine Moretti.

L’aggiornamento, completo di oltre 50 moduli editabili e personalizzabili, fornisce strumenti utili e indicazioni da seguire nella gestione dell’emergenza legata alla diffusione dell’infezione da COVID-19 nei cantieri.

Si è voluto dare al testo un taglio pratico, sulla base dell’esperienza maturata in questo periodo nella consulenza, con esempi precompilati di documenti specifici, di procedure, di protocolli, di check list, di segnaletica, utilizzabili per gestire il rischio di contagio da COVID-19 in cantiere.

Nell’aggiornamento vengono prese in considerazione TUTTE le attività operanti in una impresa edile e/o in un cantiere, suddivisi per comodità di consultazione in 3 gruppi: Artigiani, ditte individuali e lavoratori autonomi che operano in cantiere, senza lavoratori; Imprese edili che operano in cantiere, con lavoratori dipendenti o soci lavoratori dipendenti o soci lavoratori; Adempimenti del Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione ed Esecuzione

Questa nuova Guida ai Piani di Sicurezza 2.0, giunta alla seconda edizione, si rinnova e si aggiorna allo stato dell’arte tecnico e normativo per offrire un vero e proprio percorso guidato per la redazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC), del Fascicolo Tecnico (FT), del Piano Operativo di Sicurezza (POS) e del Piano Sostitutivo di Sicurezza (PSS), accompagnando il lettore passo per passo nella redazione, nell’organizzazione e nella gestione della documentazione.

Le schede delle lavorazioni e la modulistica, scaricabili dal cloud, sono editabili e personalizzabili secondo le specifiche esigenze e sono state aggiornate mantenendo l’impostazione grafica innovativa della precedente edizione, con l’aggiunta di alcune funzionalità per facilitare il lavoro.

È stata mantenuta e arricchita anche la segnaletica relativa ai DPI necessari per il corretto svolgimento delle lavorazioni.

In linea con le richieste esplicitate negli anni dagli organi di controllo, questa guida offre uno strumento operativo chiaro, comprensibile e preciso, ulteriormente migliorato e affinato dall’esperienza maturata dagli Autori nel corso di una pluriennale pratica professionale sui cantieri come responsabili e coordinatori della sicurezza.

Questa nuova edizione approfondisce ed estende la trattazione con ulteriori schede macchine, gruppi omogenei e schede di lavorazione, come per esempio:
• bonifica di ordigni bellici;
• incidenti stradali e sicurezza dei luoghi;
• scavi archeologici;
• allestimento segnaletica stradale;
• aggiornamento scheda bonifica amianto.

Inoltre, i contenuti delle schede macchine, dei gruppi omogenei e delle schede di lavorazione già presenti nella precedente edizione sono stati integrati con i rischi da esposizione a Campi Elettromagnetici (CEM) e da Radiazioni Ottiche Artificiali (ROA).

Rivestono particolare importanza, inoltre, le indicazioni riguardanti la gestione dei documenti durante le fasi del cantiere, specialmente per quanto concerne le modalità di aggiornamento.

Sono presenti chiare istruzioni per esercitare correttamente il coordinamento e il controllo di cantiere, mediante verbali, moduli e aggiornamenti: non solo delle interferenze e delle lavorazioni, ma anche delle imprese e dei lavoratori autonomi, sia dal punto di vista dell’impresa affidataria e/o esecutrice che del coordinatore.

Un’altra novità di questa guida è rappresentata dall’inserimento di una sezione dedicata alla modellazione e al BIM (Building Information Modeling) nella gestione della sicurezza in cantiere.

 

Luca Lenzi
Ingegnere della sicurezza, è docente e coordinatore presso l’Istituto Professionale Lavoratori Edili della Provincia di Bologna e docente a contratto presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna nonché titolare dello studio di ingegneria omonimo. In ambito cantieristico vanta un’esperienza ventennale nel Coordinamento sia in Progettazione che in Esecuzione e segue come consulente o RSPP importanti imprese operanti in ambito edile e del restauro.
Carmine Moretti
Ingegnere ambientale, è consulente aziendale e titolare dello studio TMA Srl di Bologna. Si occupa dal 2003 di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e ambiente. È consulente per aziende con sedi dislocate in varie regioni del territorio nazionale. Negli ultimi anni ha realizzato e curato diverse pubblicazioni in materia di sicurezza sul lavoro.
Francesco Loro
Ingegnere edile, è docente di progettazione, costruzioni, impianti e disegno tecnico presso istituti tecnici e professionali. Da sempre appassionato di modellazione dell’architettura, si occupa da anni di sicurezza aziendale e organizzazione del cantiere fornendo consulenza e collaborando con aziende e professionisti nell’ambito della progettazione e del cantiere.

Leggi descrizione
Luca Lenzi, Carmine Moretti, Francesco Loro, 2019, Maggioli Editore
56.00 € 53.20 €

Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here