Home Energia Certificazione energetica edifici: ENEA pubblica il nuovo DOCET

Certificazione energetica edifici: ENEA pubblica il nuovo DOCET

È online la nuova versione del software DOCET, lo strumento di simulazione a bilanci mensili per la certificazione energetica degli edifici residenziali esistenti, aggiornata secondo le nuove Linee Guida Nazionali per la Certificazione Energetica

1622

Da qualche giorno è disponibile per tutti i professionisti DOCET v.3.7 (release v.3.19.10.51), la nuova versione del software DOCET aggiornata tenendo conto delle norme tecniche, dei decreti attuativi contenenti prescrizioni e requisiti minimi degli edifici e delle nuove Linee Guida Nazionali per la Certificazione Energetica degli Edifici.

Si tratta di un software semplificato per la certificazione degli edifici residenziali esistenti, ed è destinato a tecnici e operatori del settore edilizio.

L’aggiornamento rispetto alla versione precedente si è reso necessario a seguito dell’implementazione delle nuove specifiche tecniche di riferimento (serie UNI TS 11300 e la nuova serie UNI 10349:2016 sui dati climatici).

Per quali immobili si può utilizzare? Permette la redazione dell’attestato di prestazione energetica APE? Vediamo tutti i dettagli!

Certificazione energetica edifici, ecco il nuovo DOCET!

DOCET è nato per facilitare l’inserimento dei dati da parte di utenti anche senza specifiche competenze, definendo un’interfaccia che consente di qualificare dal punto di vista energetico edifici esistenti, in modo semplice e riproducibile.

Approfondisci con: Certificatori energetici, ecco il nuovo elenco dei soggetti autorizzati alla formazione APE

Il software DOCET v.3.7 è stato predisposto da ENEA in collaborazione con l’Istituto per le Tecnologie della Costruzione del CNR, come espressamente previsto dal DM 26 giugno 2015.

È utilizzabile per immobili con superficie fino a 200 metri quadri non soggetti a ristrutturazioni importanti, e consente la redazione dell’attestato di prestazione energetica (APE), il documento che attesta la prestazione e la classe energetica di un immobile e indica gli interventi migliorativi più convenienti.

Serve per l’APE?

Dato che si parla molto del nuovo Bonus facciate, per riqualificarle, capire in che stato si trovano e decidere che tipologia di intervento fare, di sicuro, è necessario conoscerne le caratteristiche. In questo senso, se nel bonus rientrasse un intervento di miglioramento termico, sarebbe utile ottenere un APE (Attestato di prestazione energetica) dell’edificio stesso. E uno dei passaggi per ottenerlo, è conoscere la trasmittanza e i ponti termici della facciata. Per approfondire questo tema, leggi: Trasmittanza e ponti termici delle facciate: calcolo e rilievo per l’APE.

Quali novità nel nuovo software DOCET?

La principale novità del software è la possibilità di produrre un file di interscambio sia nel formato *.xml  standard nazionale ridotto v.12, sia nel formato esteso v.5. La finalità del file .xml è quella di consentire il trasferimento dei dati contenuti nell’Attestato di Prestazione Energetica delle nuove Certificazioni Energetiche tra i software utilizzati dai certificatori per la redazione dell’Attestato e i sistemi informatici predisposti dalle Regioni per il suo invio.

Leggi anche: Attestato di prestazione energetica (APE): per quanto tempo vale?

In pratica quindi, è possibile la trasmissione degli APE ai sistemi informativi predisposti dalle Regioni attraverso il file di interscambio generato dal software.

Tale tracciato è stato inoltre adottato da ENEA per il trasferimento degli APE dai sistemi regionali al Sistema Informativo sugli Attestati di Prestazione Energetica a livello nazionale (SIAPE) istituito da ENEA (in recepimento del decreto Linee Guida 2015) al fine di recepire tutti gli APE degli edifici a livello nazionale.

L’ulteriore sviluppo di DOCET per la generazione del file *.xml standard nazionale nella versione “estesa”  riporta, oltre alle informazioni contenute nell’APE, anche una serie di dati di input (caratteristiche dell’edificio) e di output (risultati di calcolo intermedi e finali) offrendo anche alla possibilità di controllo della correttezza e congruità dei dati utilizzati e la verifica dei risultati ottenuti nella redazione degli APE.

La versione attualmente disponibile è un’ulteriore evoluzione di quella (v.3.16.06.47) che compare nell’elenco degli applicativi informatici che hanno ottenuto la certificazione di conformità ai sensi del DLgs. 192/2005 e s.m.i. e che è stata progettata e sviluppata conformemente alle normative UNI TS 11300 – parti 1 e 2:2014, UNI TS 11300 parte 3:2010, UNI TS 11300 parte 4:2012 e ha implementato le specifiche tecniche di recente pubblicazione: UNI TS 11300 parte 5: 2016 e la serie UNI 10349: 2016.

Scarica le FAQ relative all’utilizzo del software DOCET

Scarica qui DOCET v.3.7

Ti potrebbe interessare
APE ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA

APE ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA

Sebastiano Ciciriello, 2017, Maggioli Editore

Il presente  manuale  fornisce  tutte  le  informazioni  utili  al  certificatore  energetico al fine di redigere un completo e corretto Attestato di Prestazione Energetica (APE)   ed è aggiornato ai d.m. 26 giugno 2015  e alle...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here