Home Edilizia Novità catasto infrastrutture: per un’Italia super veloce!

Novità catasto infrastrutture: per un’Italia super veloce!

Non esiste solo il catasto terreni. Il SINFI è il catasto delle infrastrutture presenti sul territorio nazionale, ma di cosa si occupa e a cosa serve? Scopriamolo in occasione della prima edizione del Datathon!

107

Apparentemente potrebbe non c’entrare nulla con le materie dell’edilizia, invece il catasto infrastrutture è utile per qualunque tipo di attività. Il SINFI (Sistema Informativo Nazionale Federato delle Infrastrutture) è lo strumento identificato per il coordinamento e trasparenza per la nuova strategia di banda larga e ultralarga, ed è in grado di aiutare la condivisione delle reti di comunicazione e delle tecnologie di georeferenziazione.

Vediamo più in dettaglio di quali funzioni si occupa il SINFI e cosa succederà in occasione della prima edizione del Datathon il 19 e 20 ottobre.

Catasto infrastrutture, a cosa serve?

È nato per incentivare gli investimenti sulla rete a banda ultralarga, e tra le funzioni che svolge vi è favorire la condivisione delle infrastrutture, mediante una gestione ordinata del sotto e sopra suolo e dei relativi interventi, ed anche offrire un unico “cruscotto” che gestisca con efficienza e monitori tutti gli interventi.

Leggi anche: Rivoluzione Catasto, così saranno inseriti i fabbricati mancanti in cartografia

Tutte le Amministrazioni Pubbliche, titolari e detentrici delle informazioni e gli operatori di rete e gestori di infrastrutture fisiche, relativamente alle reti pubbliche di comunicazioni e infrastrutture fisiche di propria competenza, contribuiscono alla sua costituzione ed aggiornamento.

In esso troviamo elementi del soprasuolo e elementi del sottosuolo i cui contenuti si riferiscono a:
– reti di telecomunicazione;
– reti elettriche;
– reti di approvvigionamento idrico;
– rete di smaltimento delle acque;

– reti del gas;
– reti per il teleriscaldamento;
– oleodotti;
– reti per la pubblica illuminazione;
– siti radio di operatori TLC o di emittenti radio-televisive;
– infrastrutture ad uso promiscuo.

Tutti le informazioni riguardanti le suddette infrastrutture devono essere rese disponibili in formato dati di tipo aperto ed interoperabile, elaborabili elettronicamente e geo-referenziati.

Il SINFI è utilizzato da operatori di telecomunicazioni e altre utilities e la mappatura delle reti esistenti consente, tra le varie cose, una corretta condivisione delle informazioni e facilita la pianificazione degli investimenti per lo sviluppo di nuove reti ultraveloci.

Approfondisci con: Catasto, i dati sbagliati si possono correggere: ecco come

A cosa servirà la prima edizione del Datathon?

Il 19 e 20 ottobre il Ministero dello Sviluppo Economico organizzerà, in collaborazione con Infratel e il Talent Garden di Roma Ostiense, la prima edizione del Datathon, una maratona digitale che ha l’obiettivo di sviluppare nuovi progetti in grado di migliorare la funzionalità del database del Sistema Informativo Nazionale Federato delle Infrastrutture.

La sfida lanciata con il Datathon a programmatori, designer, sviluppatori, startupper, esperti di comunicazione, è proprio quella di creare prototipi innovativi per il SINFI, capaci di far diventare il sistema operativo più funzionale, diminuendo notevolmente la spesa di posa della fibra e semplificando la configurazione e la condivisione delle reti di comunicazione e delle tecnologie di georeferenziazione.

Il SINFI è uno strumento fondamentale della strategia per lo sviluppo digitale del Paese rafforzato dal Ministero dello Sviluppo Economico in quest’ultimo anno – ha dichiarato il Ministro Stefano Patuanelli. Per questo motivo, ritengo che Datathon sia un’importante occasione per coinvolgere tutti coloro che si interessano di tecnologia e di innovazione nello sviluppo di nuovi servizi per il catasto delle infrastrutture, con l’obiettivo di renderlo maggiormente accessibile e trasparente”.

I progetti/prototipi presentati dai concorrenti, in occasione della due giorni, verranno esaminati da una commissione di esperti che garantirà al miglior progetto un contratto per lo sviluppo dell’idea proposta.

Se ti interessa partecipare o approfondire sulle modalità di partecipazione, regolamento e iscrizione, clicca qui datathon.talentgarden.org

Ti potrebbe interessare questo libro:

DOCFA 4.00.3 e il catasto fabbricati

DOCFA 4.00.3 e il catasto fabbricati

I. Milazzo, 2016, Maggioli Editore

L’acronimo DOCFA non è altro che l’abbreviazione di DOcumento Catasto FAbbricati. Sono passati ben venti anni da quando uscì la prima versione DOCFA 1.0 trasmessa agli uffici in data 12 novembre 1996 e l’Agenzia del Territorio ha fatto da allora...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here