Home News dalle aziende Comfort acustico scuole, il controsoffitto è un’opportunità: ecco perchè

Comfort acustico scuole, il controsoffitto è un’opportunità: ecco perchè

L'intervento di insonorizzazione di una delle aule della Scuola Secondaria I grado “V. Catullo” di Verona con il controsoffitto Rockfon

27
comfort acustico

In fase esecutiva, l’intervento si è rivelato fondamentale nel contesto di un più ampio progetto di Edilizia Scolastica del Comune di Verona che aveva l’obiettivo primario di realizzare una scala metallica esterna di sicurezza, insieme ad altre opere, per l’adeguamento alla normativa in materia di prevenzione incendi.

Da intervento accessorio, il controsoffitto Rockfon è diventato un’opportunità: la soluzione adottata, Rockfon System T24 A, resistente ai carichi da sfondellamento, suggerita dall’architetto Francesco Zacchia di Rockfon, Rockwool Italia Spa, coniuga infatti comfort acustico, protezione incendio e resistenza ai carichi da sfondellamento.

Comfort acustico: il progetto

Obiettivo: stare bene a scuola per imparare meglio

L’inquinamento acustico è una delle prime cause di distrazione tra gli alunni ma anche della disfonia che spesso colpisce i docenti. La Dirigente Scolastica Lidia Marcazzan ha affermato che l’obiettivo era cercare di adottare tutte quelle soluzioni che permettessero ai ragazzi di vivere bene a scuola, concentrarsi per apprendere al meglio e garantire il benessere dei docenti, preservando le loro voci.

“Nelle scuole di oggi devono essere contemplati molteplici spazi: aule didattiche, aule polifunziona li, palestre, mense e uffici, ognuno con le proprie esigenze in termini di acustica” ha dichiarato a L’Ufficio Tecnico l’ingegner Roberta Melis, che si occupa dello sviluppo e dell’adeguamento dei prodotti Rockfon nel rispetto della normativa europea e italiana. E che prosegue: “Sono stati portati avanti negli anni diversi studi che dimostrano e descrivono in dettaglio l’influenza che l’edificio scolastico ha sugli studenti, e come le sue condizioni migliorino, peggiorino o addirittura interrompano il processo di apprendimento dei giovani. È stato provato che livelli eccessivi di rumore possono influire sulla salute dello studente, sulle sue capacità cognitive e sul rendimento scolastico complessivo”.

“L’installazione di un controsoffitto Rockfon in un’aula scolastica standard, 180-250 mc, riduce il tempo di riverbero in modo da garantire una buona comprensione delle parole, in ogni punto dell’aula. La lana di roccia, che costituisce i pannelli Rockfon, è per natura un materiale altamente fonoassorbente. La maggior parte dei nostri prodotti ha un assorbimento acustico in Classe A, cioè un valore aw più alto di 0.90, questo significa che il 90% dell’energia del suono viene assorbita o dissipata”, conclude l’ing. Melis sul comfort acustico.

La Scuola Media Catullo ha così scelto di realizzare, come progetto pilota, un’aula acusticamente confortevole, per migliorare l’ambiente di lavoro di studenti e insegnanti, sia da un punto di vista acustico che di sicurezza. Dopo gli ultimi avvenimenti che hanno visto lo sfondellamento dell’intradosso di solai, dovuto al distacco di porzioni di laterizi e intonaco all’interno di strutture didattiche, Dirigenti Scolastici e Amministrazioni Comunali sono sempre più attenti al tema sicurezza.

Alcuni mesi dopo l’apertura dell’anno scolastico 2018/2019, alunni e insegnanti della scuola veronese hanno riferito di “sentire” la differenza e di prediligere questa aula alle altre; anche l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Verona, Luca Zanotto, dopo opportuno sopralluogo, si è dichiarato completamente soddisfatto.

Sul tema della sicurezza l’ing Melis ha dichiarato a L’ufficio Tecnico: “In molte scuole italiane, ci sono stati casi di crolli improvvisi dei solai in laterocemento dovuti al fenomeno dello sfondellamento, con il conseguente rischio per la sicurezza di studenti e insegnanti. Rockfon ha deciso di affrontare questo tema, sempre più importante in Italia, intraprendendo un percorso atto a tutelare persone e beni nel caso di tali fenomeni. È stato sviluppato il sistema Rockfon System T24 A che, oltre a garantire benessere acustico, è in grado di sorregge i carichi dovuti allo sfondellamento dei solai e di impedire la caduta (per un totale di circa 280 kg/m²) e il passaggio di materiale all’interno degli ambienti, limitando le situazioni di pericolo”.

Comfort acustico: il controsoffitto Rockfon

I motivi della scelta

“Per l’intervento è stato utilizzato un controsoffitto modulare ispezionabile”, spiega Riccardo Andreozzi, direttore vendite Rockfon, Rockwool Italia Spa. “Si tratta del Sistema Rockfon T24 A resistente ai carichi da sfondellamento, soluzione innovativa che garantisce assorbimento acustico, protezione al fuoco e maggiore sicurezza agli occupanti”.

Il sistema è caratterizzato dal pannello Rockfon Blanka Activity A24 600/600/40 in lana di roccia, con spessore 40 mm che assicura il massimo assorbimento acustico. La faccia a vista, liscia e matt resiste alla polvere e alle manipolazioni, garantendo una perfetta tenuta nel tempo. Il prodotto è in classe di reazione al fuoco A1. 

A garanzia della sicurezza degli utenti, Blanka Activity, coadiuvato dalla struttura di sospensione Chicago Metallic T24 Click 2890 dotata di clip a scatto per un perfetto e sicuro montaggio, ha ottenuto la certificazione dell’Istituto Giordano come sistema resistente ai carichi da sfondellamento, caratteristica sempre più necessaria dopo i frequenti casi di cedimenti e cadute in ambienti scolastici e lavorativi. I test eseguiti presso il laboratorio hanno sottoposto il sistema a un carico progressivo in caduta per un totale di circa 120 kg/m², dimostrando che il sistema è in grado di sostenere i carichi dovuti al degradarsi del solaio in laterocemento, impedendo il passaggio di materiale e preservando persone e cose da eventuali danni.

Scarica la scheda tecnica di Blanka Activity

Leggi in dettaglio la descrizione del sistema T24


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here