Home Fiscale Ecobonus, hai dimenticato di inviare i documenti a ENEA?

Ecobonus, hai dimenticato di inviare i documenti a ENEA?

Ecco cosa rischi. Forse una soluzione c'è per mantenere il diritto alla detrazione fiscale...

138

Come forse saprete, la normativa sull’Ecobonus prevede che, entro 90 giorni dalla fine dei lavori, si debbano inviare a Enea tutte le informazioni indicate e riportate nell’attestato di prestazione energetica, oltre alla scheda informativa dell’intervento. Tali documenti vanno trasmessi online e solo se l’intervento è particolarmente complesso, si può utilizzare una raccomandata.

Caso vuole che ci si dimentichi di inviare il tutto, o non lo si invii adeguatamente: cosa succede? Quali sono le conseguenze? Si perde il diritto alla detrazione?

Ecobonus, cosa succede se non invio i documenti a ENEA?

La Commissione Tributaria Regionale della Lombardia ha risposto tramite la sentenza 3343/2019 (dopo che un contribuente aveva subìto un accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate), che dipende dai casi, e che non si perde automaticamente il diritto alla detrazione fiscale. Servono “determinati” requisiti.

Rimani aggiornato sull’Ecobonus
Ecobonus 2019: la detrazione 65% e 50%
Qui troverai sempre le ultime news, approfondimenti e curiosità

I giudici si sono esposti dichiarando che si tratta di un adempimento di natura formale, con carattere “ordinatorio” e non “perentorio”. Data questa motivazione, se il contribuente invia la documentazione oltre i termini stabiliti non perde il diritto a ottenere la detrazione fiscale.

E ancora, i giudici hanno ribadito che il ritardo può determinare una sanzione, ma non la mancata dell’agevolazione.

Cosa dicono in merito le Faq di ENEA?

In effetti la faq 6.E dell’Enea dichiara che in base alla legge sulla semplificazione in materia tributaria (L. 44/2012), la fruizione di benefici di natura fiscale o l’accesso a regimi fiscali opzionali, subordinati all’obbligo di preventiva comunicazione ovvero ad altro adempimento di natura formale non tempestivamente eseguiti, non è preclusa, sempre che la violazione non sia stata constatata o non siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di accertamento.

Tutto sui possibili lavori detraibili

• Manutenzione edilizia degli edifici
• Soluzioni per l’efficienza energetica
• Tecniche di demolizione e sicurezza
• Riorganizzazione spazi architettonici
• Normativa e redazione SCIA

Manutenzione, ricostruzione e risparmio energetico

Manutenzione, ricostruzione e risparmio energetico

Nicola Mordà - Chiara Carlucci - Carmine De Simone - Monica Stroscia, 2019, Maggioli Editore

Questo manuale è una riedizione, aggiornata e ampliata, del volume “Demolizioni e Ricostruzioni” resa necessaria per rispondere alla crescente attenzione verso i temi della sostenibilità, del consumo di suolo, della riqualificazione dell’esistente, della sicurezza...



Enea di base obbliga il contribuente al possesso dei requisiti sostanziali richiesti dalle norme di riferimento, e dichiara che lo stesso debba inderogabilmente eseguire la comunicazione entro il termine di presentazione della prima dichiarazione dei redditi utile e versare una sanzione.

Leggi anche: Ecobonus? L’impresa può dire no allo sconto


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here