Home Edilizia Finanziamento piccoli comuni, firmato il dm da 7,5 milioni

Finanziamento piccoli comuni, firmato il dm da 7,5 milioni

Ultima azione del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti prima di lasciare "lo scranno". Con il suo via libera, il decreto ministeriale entrerà a breve in vigore, pronto a mettere ordine alle infrastrutture italiane

694

Interventi su strade, illuminazione, edifici pubblici, in più di 1.152 centri. Sembra un atto dovuto al paese, ma chissà se veramente la firma del decreto servirà a cambiare le cose e “sistemare” i piccoli comuni.

Capiamo insieme i prossimi passi e ripercorriamo in breve l’iter di questo dm, che attua la norma del decreto Sblocca Cantieri e che aveva ottenuto l’ok dalla Conferenza Unificata all’inizio di agosto.

Finanziamento piccoli comuni, e ora si parte coi lavori?

Ricordiamo che il dm stabilisce le modalità e i termini di accesso al finanziamento per lavori di subito cantierabili, relativi a:
– manutenzione di strade;
– illuminazione pubblica;
– strutture pubbliche comunali;
– abbattimento delle barriere architettoniche.

Leggi anche: Messa in sicurezza strade dei piccoli comuni: in Gazzetta 80 milioni

Come sono stati scelti i Comuni?

I comuni che avranno possibilità di accedere al finanziamento sono stati selezionati sulla base degli indici Istat sul “Grado di Urbanizzazione” e dell’Indice di Vulnerabilità Sociale e Materiale – IVSM.

Esclusi quelli che già avevano goduto di programmi recenti, come i Nuovi progetti di intervento e il decreto 6000 campanili.

Approfondisci con: Interventi sulle infrastrutture: gli strumenti finanziari delle Amministrazioni

A quanto ammontano effettivamente le risorse?

Si attestano a 7.535.118,69 euro le risorse a disponibili e non usate in passato nei programmi per i piccoli comuni; queste saranno utilizzate per finanziare i suddetti interventi, previa richiesta dei singoli enti, in 1.152 comuni che hanno meno di 3.500 abitanti.

Il massimo importo finanziabile per intervento è stato fissato a 200 mila euro:
– fino a 150.000 euro per lavori;
– fino a 50.000 euro per somme a disposizione.

Ti potrebbe interessare

INFRASTRUTTURE FERROVIARIE, METROPOLITANE, TRANVIARIE E PER FERROVIE SPECIALI

INFRASTRUTTURE FERROVIARIE, METROPOLITANE, TRANVIARIE E PER FERROVIE SPECIALI

Marco Guerrieri, 2017, Maggioli Editore

Il volume presenta i criteri fondamentali di progettazione geometrico-funzionale delle infrastrutture per i sistemi di trasporto a guida vincolata tra i quali si annoverano sia quelli extraurbani, come le ferrovie convenzionali e ad alta velocità, sia quelli urbani come le metropolitane...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here