Home Edilizia Abuso edilizio demolizione: è sufficiente la descrizione, non i dettagli

Abuso edilizio demolizione: è sufficiente la descrizione, non i dettagli

Per la demolizione di un'opera abusiva, basta la descrizione dell’intervento e non sono necessarie valutazioni più approfondite (Consiglio di Stato, sentenza 4397/2019)

92
abuso edilizio

Il proprietario di un immobile aveva ottenuto l’autorizzazione per la realizzazione di lavori di restauro e risanamento del preesistente fabbricato rurale che sarebbe stato diviso in tre unità abitative autonome per poi essere venduto.

Alcuni lavori erano stati realizzati in parziale difformità dai titoli abilitativi e i nuovi proprietari avevano presentato istanza di condono (Legge 326/2003). La PA, in attesa dell’istanza di condono, aveva ordinato la demolizione. I proprietari, però, lamentavano che l’ordine di demolizione non descrivesse i dettagli degli abusi.

Abuso edilizio demolizione, basta descriverlo

I giudici, con la sentenza 4397/2019, hanno ricordato che per motivare l’atto che ordina la demolizione è sufficiente descrivere l’abuso accertato e che solo la descrizione è necessaria a dare il via alla misura sanzionatoria della demolizione. Il ripristino della situazione preesistente è un atto dovuto per la tutela dell’interesse pubblico.

Infine, di chi è la responsabilità degli interventi realizzati in difformità dal titolo abilitativo? Normalmente, sia del responsabile sia del nuovo proprietario. Nel caso specifico, però, il vecchio proprietario ha dimostrato che alcuni lavori, contestati dal Comune, erano stati realizzati dopo la vendita. Quindi, il responsabile era il nuovo proprietario.

Leggi anche Abuso edilizio, la prescrizione? Non esiste in campo amministrativo

Abuso edilizio vista mare, demolire o “curare”?

Un oceano di cemento illegale invade le coste italiane, ma raramente viene buttato giù. Su 32 mila ordinanze di demolizione nei comuni costieri, quasi il 90% non è stato eseguito. Perché?

Repressione abuso edilizio: entro quanto tempo?

Sussiste o non sussiste un limite di tempo entro cui dev’essere adottato il provvedimento repressivo dell’abuso edilizio? In ogni caso, per quale motivo?

Abuso edilizio: il denunciato può visionare la denuncia?

Il nostro ordinamento, ispirato a principi democratici di trasparenza e responsabilità, non ammette la possibilità di “denunce segrete”. Quindi…

Abuso edilizio, la prescrizione? Non esiste in campo amministrativo

Facciamo chiarezza sulla doppia natura della sanzione di un abuso edilizio: penale da una parte, amministrativa dall’altra. Scopri di più

Ti potrebbe interessare anche

Come sanare gli abusi edilizi

Come sanare gli abusi edilizi

Nicola D’Angelo, 2017, Maggioli Editore

L’opera contiene gli strumenti utili al professionista per affrontare le criticità legate agli abusi edilizi e alle sanatorie, anche in considerazione della recente giurisprudenza e delle significative novità normative in materia, tra le quali si segnalano:- il D.P.R. 13...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here