Home Edilizia Catasto, i dati sbagliati si possono correggere: ecco come

Catasto, i dati sbagliati si possono correggere: ecco come

Bisogna presentare una domanda presso gli uffici provinciali oppure farlo on line

1247
catasto

Dalla visura catastale risulta un errore sul numero dei vani e dei metri quadri. Si possono segnalare e far correggere i dati inesatti registrati al Catasto? Come si fa? È il quesito, molto interessante, comparso qualche giorno fa sulla posta di FiscoOggi. Vediamo le risposte, perchè sono molto utili.

La risposta alla prima domanda è SI: quando si riscontrano errori nei dati catastali degli immobili di proprietà, l’interessato può chiedere la correzione nella banca dati del Catasto.

Per quanto riguarda la seconda questione (“come si fa?”), bisogna presentare una domanda presso gli uffici provinciali – Territorio o, in alcuni casi, mediante il servizio online “Contact center” sul sito dell’Agenzia delle entrate.

Nella domanda bisogna indicare:

  • le proprie generalità,
  • i dati catastali dell’immobile,
  • la situazione riscontrata,
  • le notizie utili alla correzione dell’errore.

Per rispondere direttamente al quesito, le Entrate precisano che per correggere l’errore sui vani e sui metri quadri dell’immobile, si può presentare richiesta online. Bisogna:

  • essere in possesso dell’identificativo catastale dell’immobile (foglio, particella, subalterno),
  • avete gli estremi di uno dei seguenti documenti: atto notarile di acquisto, dichiarazione di successione, denuncia al catasto di nuova costruzione o di variazione o altro documento che comprovi l’avvenuta variazione.

Catasto, perchè non passa di moda

Il Catasto per i professionisti non passa mai di moda. Un sistema dal nome un po’ decadente, ma con quel fascino che sempre attrae. Vi proponiamo per questo un breve ma completo aggiornamento sul sistema catastale, alla luce delle novità e degli aggiornamenti che la direzione centrale Servizi catastali, cartografici e di pubblicità immobiliare ha da poco redatto. Si tratta di due pubblicazioni…

Catasto, la nuova App delle Entrate che ti aiuta a gestirlo

Con un comunicato stampa del 3 aprile l’Agenzia delle Entrate rende noto che l’App Agenzia Entrate, con cui è possibile accedere a una serie di servizi dal proprio smartphone o tablet, si arricchisce di nuove funzioni per gli utenti catastali. Non solo servizi fiscali come assistenza su cartelle esattoriali, precompilata, codici tributo e F24, ma da oggi anche nuove funzionalità dedicate al “Catasto” ovvero a quell’area che accoglie tutte quelle informazioni correlate all’ambito catastale e ipotecario. Scopri di più

Ti potrebbe interessare questo libro:

DOCFA 4.00.3 e il catasto fabbricati

DOCFA 4.00.3 e il catasto fabbricati

I. Milazzo, 2016, Maggioli Editore

L’acronimo DOCFA non è altro che l’abbreviazione di DOcumento Catasto FAbbricati. Sono passati ben venti anni da quando uscì la prima versione DOCFA 1.0 trasmessa agli uffici in data 12 novembre 1996 e l’Agenzia del Territorio ha fatto da allora...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here