Home Edilizia Bandi Anas in Gazzetta europea, e 400 milioni vanno a…

Bandi Anas in Gazzetta europea, e 400 milioni vanno a…

Estate da record per l'Spa delle strade che manda in gara contratti da capogiro per la manutenzione di ponti, strade e viadotti. Ma di quali opere stiamo parlando?

88

Lo scorso inverno si era parlato di bando record da parte di Anas per l’ammodernamento di ponti e gallerie, dal Nord al Sud Italia. La gara che menzioniamo è quella di accordo quadro triennale per l’esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria, mirata al risanamento strutturale di opere d’arte su tutto il territorio nazionale, suddiviso in 22 lotti: importo complessivo, 660 milioni di euro.

Gli interventi, mirati alla conservazione, al consolidamento statico e alla protezione sismica delle opere, sono stati suddivisi a seconda dell’area compartimentale o della regione di riferimento. Interessate tutte le arterie viarie gestite da Anas. In questo quadro, entrano le pubblicazione (del 16 e 17 luglio) di bandi sulla Gazzetta europea sempre da parte della Spa delle strade. Cosa dicono, che importi vagliano, e a quale regione si rivolgono? Vediamone i dettagli.

Anas, quali opere in gara?

Partiamo dalla Basilicata, che si è aggiudicata un accordo quadro da 200 milioni per la manutenzione dei suoi ponti.

Questo bando, pubblicato il 16 luglio sulla Gazzetta europea, riguarda gli interventi per tenere in efficienza le infrastrutture per un periodo di quattro anni. Il contratto prevede un ammontare di 200 milioni, è suddiviso in 6 lotti, e ci sarà tempo fino al prossimo 17 settembre per contenderselo.

Leggi anche: Gallerie: i progetti più grandi in corso in Italia

Il primo lotto è pari a 30 milioni e riguarda l’esecuzione dei lavori su ponti e viadotti presenti lungo la prima parte della statale 407 «Basentana» ( i primi 26,9 km). Il secondo lotto anch’esso 30 milioni e serve a coprire i successivi 74 chilometri del percorso della statale. Il terzo lotto invece, menziona il raccordo autostradale «Scalo Sicignano-Potenza» e vale 40 milioni di euro (primi 30 km del percorso). Il quarto lotto copre i successivi 21,5 km del raccordo per 30 milioni.

Al quinto lotto spetteranno invece altri 30 milioni, per interventi di manutenzione da eseguirsi su ponti e viadotti presenti lungo i primi 48 chilometri della statale 658 «Potenza-Melfi». All’ultimo lotto spettano 40 milioni, con cui si copriranno i rimanenti 20 km del percorso della strada di cui sopra, e quelli sulla Ss 658/dir.

Approfondisci con: Ponti e viadotti: la necessaria visione attuale

Come si decide il vincitore del bando?

Tutto si deciderà in relazione all’offerta economica e agli aspetti tecnici che verranno impiegati per i lavori di manutenzione: 30 punti, saranno conferiti all’offerta più conveniente, 70 invece agli aspetti tecnici di svolgimento delle prestazioni.

Il bando precisa inoltre che «per garantire al massima partecipazione», i concorrenti potranno presentare offerta per un unico lotto, anche se partecipano a gruppi in qualità di mandanti o consorziati. Se tali concorrenti violeranno le regole, allora verrà considerata soltanto l’offerta per il lotto di maggior valore, e in caso di lotti uguali, la selezione avverrà per sorteggio.

Quali altre regioni?

Pubblicati sulla Gazzetta europea il 17 luglio, i bandi per strade in Umbria e Sardegna.

Particolarmente rilevante, in termini economici, quello per la regione del centro Italia che riguarda gli interventi di completamento della statale 318 «di Valfabbrica», includendo il raddoppio di due gallerie di due viadotti in provincia di Perugia.

Le regole per l’assegnazione degli interventi sono sempre le stesse, 30 punti per l’offerta economica e 70 per la tipologia di lavoro. Il tempo per partecipare in questo caso, è fino al 25 settembre.

Potresti leggere: Infrastrutture: pronti 32 milioni di euro per ponti, viadotti e gallerie

Il bando inoltre segnala che «[…] la mancata suddivisione in lotti è motivata dalla circostanza che l’intervento rappresenta il raddoppio dell’ultimo tratto a singola carreggiata di un itinerario di strada extraurbana principale di modesta lunghezza che comprende 2 viadotti e 2 gallerie non suddivisibili in lotti funzionali».

Nel caso della gara da 12,5 milioni per la demolizione e ricostruzione dei ponti in corrispondenza del Rio San Girolamo al km12+650 e del Rio Masone Ollastu al km 13+250 della statale Sulcitana, la scadenza è fissata al 20 settembre, e al prezzo verranno assegnati soltanto 20 dei 100 punti disponibili in totale.

In Sardegna invece, al bando lavori per la demolizione e la ricostruzione di due ponti sulla statale 195 Sulcitana.

Ti potrebbe interesse

INFRASTRUTTURE FERROVIARIE, METROPOLITANE, TRANVIARIE E PER FERROVIE SPECIALI

INFRASTRUTTURE FERROVIARIE, METROPOLITANE, TRANVIARIE E PER FERROVIE SPECIALI

Marco Guerrieri, 2017, Maggioli Editore

Il volume presenta i criteri fondamentali di progettazione geometrico-funzionale delle infrastrutture per i sistemi di trasporto a guida vincolata tra i quali si annoverano sia quelli extraurbani, come le ferrovie convenzionali e ad alta velocità, sia quelli urbani come le metropolitane...



Leggi anche Interventi sulle infrastrutture: gli strumenti finanziari delle Amministrazioni


Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here