Home Appalti Gli archeologi possono prestare servizi di architettura e ingegneria

Gli archeologi possono prestare servizi di architettura e ingegneria

Una delle novità sugli Appalti del decreto Sblocca Cantieri da poco in vigore

172
archeologi servizi ingegneria architettura

L’art. 46 comma 1, lettera a) del Codice degli Appalti (così come modificato dall’art. 1, comma 20, lettera i), dello Sblocca Cantieri, Legge n. 55/2019) ammette a partecipare alle procedure di affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria:
– i professionisti singoli, associati, le società tra professionisti di cui alla lettera b),
– le società di ingegneria di cui alla lettera c),
– i consorzi,
– i GEIE,
– i raggruppamenti temporanei fra i predetti soggetti che rendono a committenti pubblici e privati, operando sul mercato, servizi di ingegneria e di architettura, nonché attività tecnico-amministrative e studi di fattibilità economico-finanziaria ad esse connesse, ivi compresi, con riferimento agli interventi inerenti al restauro e alla manutenzione di beni mobili e delle superfici decorate di beni architettonici, i soggetti con qualifica di restauratore di beni culturali ai sensi della vigente normativa, e oggi anche gli archeologi.

Scarica lo Sblocca Cantieri pubblicato in Gazzetta

Questa e le altre novità dello Sblocca Cantieri? Eccole:

Decreto Sblocca Cantieri: le novità per gli appalti e l’edilizia

Decreto Sblocca Cantieri: le novità per gli appalti e l’edilizia

Stefano Bertuzzi - Gianluca Cottarelli, 2019, Maggioli Editore

La Legge n. 55 del 14 giugno 2019, di conversione con modifiche del Decreto legge n. 32/2019 (Sblocca Cantieri), è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 92 del 17 giugno 2019.Lo Sblocca Cantieri contiene "Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per...



Sblocca Cantieri: altre novità per gli Appalti

Calcolo parcelle e progettazione

Nell’ambito dei corrispettivi, delle modalità di pagamento e dell’incompatibilità degli incarichi per servizi di architettura e ingegneria, anche nello Sblocca Cantieri entrato da poco in vigore, ci sono state recenti integrazioni normative o pronunciamenti giurisprudenziali che costituiscono interessanti novità e un utile elemento di puntualizzazione di questi aspetti dell’attività professionale. Leggi l’articolo

Riserve su aspetti progettuali

Il comma 10 dell’articolo 1 del testo della legge di conversione prevede che fino al 31 dicembre 2020 possono essere oggetto di riserva anche gli aspetti progettuali che sono stati oggetto di verifica ai sensi dell’articolo 25 (verifica preventiva dell’interesse archeologico) del codice con conseguente estensione dell’ambito di applicazione dell’accordo bonario di cui all’articolo 205 del codice. Leggi l’articolo

Operatori economici e mercati elettronici

Il comma 17 dell’articolo 1 del testo della legge di conversione introduce i nuovi commi 6-bis e 6-ter dell’articolo 36 del codice che prevedono che ai fini dell’ammissione e della permanenza degli operatori economici nei mercati elettronici, il soggetto responsabile dell’ammissione verifica l’assenza dei motivi di esclusione di cui all’articolo 80 del codice su un campione significativo di operatori economici. Leggi l’articolo

Approvazione di varianti su progetti CIPE

Al comma 15 dell’articolo 1 del testo della legge di conversione è previsto che per il 2019 e 2020 le varianti apportate ai progetti definitivi approvati dal CIPE, sia nella redazione dei progetti esecutivi che in fase di realizzazione delle opere, sono approvate esclusivamente dal soggetto aggiudicatore a condizione che non superino il 50% del progetto approvato; oltre tale limite sono approvate dal CIPE. Leggi l’articolo

 


Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here