Home Edilizia Materiali da costruzione, quanto costano?

Materiali da costruzione, quanto costano?

Pubblicato in GU il decreto sulle variazioni dei prezzi medi dei materiali. Cinque quelli che hanno subito incrementi o diminuzioni superiori al dieci per cento

244

Caro vecchio bitume, fare affidamento su di te non porta sorprese: un quintale per 45 euro, assodato. E invece… invece nel giro di un anno, tra il 2017 e il 2018, hai cambiato prezzo. Vali di più o di meno? E quanto?

Leggiamo il decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 31 maggio 2019 dal titolo Rilevazione dei prezzi medi per l’anno 2017 e delle variazioni percentuali annuali, in aumento o in diminuzione, superiori al dieci per cento, relative all’anno 2018, ai fini della determinazione delle compensazioni dei singoli prezzi dei materiali da costruzione più significativi.

Non è lungo quanto il titolo prospetti, ma per agevolarvi vi riportiamo di seguito cosa contiene. Non si parla solo di bitume, ma anche di reti elettrosaldate, ferro per cemento armato…

Materiali da costruzione, quali sono le variazioni di prezzo?

Il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti ha deliberato quanto disposto dagli articoli 133, commi 4, 5, e 6, e 253, comma 24, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 che prevedono che l’annuale rilievo sulle variazioni percentuali dei singoli prezzi dei materiali da costruzione più significativi sia emesso entro il 30 giugno.

Se il prezzo dei materiali da costruzione varia (aumenta o diminuisce), in valore pari o superiore al 10 per cento per effetto di circostanze eccezionali, e in relazione al prezzo rilevato dal Ministero per i lavori pubblici nell’anno di presentazione dell’offerta, la norma prevede l’uso delle compensazioni. Come? In misura pari alla percentuale eccedente il 10 per cento e nel limite delle risorse previste tra imprevisti e le somme relative al ribasso d’asta.

Potrebbe interessarti Materiali da costruzione: le azioni della temperatura

La compensazione si determina applicando la percentuale di variazione che eccede del 10 per cento il valore dei materiali da costruzione utilizzati nelle lavorazioni contabilizzate nell’anno che precede il decreto nelle quantità annotate dal direttore dei lavori.

Nella tabella seguente (allegata al Decreto in esame scaricabile a fine articolo) sono evidenziati i cinque materiali che hanno subito tra il 2018 e il 2017 una variazione superiore al 10 per cento.

Variazioni prezzi materiali, scarica il decreto

Scarica il numero 126 della Gazzetta Ufficiale contenente il decreto sulle variazioni dei prezzi

 


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here