Home Fiscale Sport bonus, partecipare non conta

Sport bonus, partecipare non conta

Sapore di vittoria per il Decreto 30 aprile 2019 pubblicato in Gazzetta. Si occuperà di "erogare denaro" per la manutenzione, il restauro o la realizzazione di impianti sportivi pubblici

77

Il gusto di sfogliare la sezione sportiva del quotidiano mattutino e aizzare le papille gustative con la giusta dose di caffeina. Chi resiste? Che si tratti di calcio, ciclismo, sci di fondo, tennis, lo sport rimane un piacere: soprattutto quando lo si guarda dal divano e un po’, ammirare i corpi di quegli adoni milionari e le loro gesta, ci fa sognare. Sì, perchè la mamma ci ha sempre detto “l’importante è partecipare”, ma… in fondo non ci ha mai creduto nessuno. Vincere è tutt’altra storia.

E di vittoria si parla finalmente per lo Sport Bonus, pubblicato in Gazzetta ufficiale del 29 maggio 2019 n. 124. Vediamo di cosa si tratta e quali interventi prevede: non sia mai che il restauro di vecchi impianti sportivi soppianti la notizia del vincitore del trofeo Amanti delle bocce di Bellaria…

Sport bonus, cosa prevede?

La registrazione e la conseguente pubblicazione in Gazzetta del Decreto del presidente del consiglio dei ministri 30 aprile 2019 è finalmente avvenuta: include la spiegazione delle regole di attuazione del tax credit al fine delle erogazioni liberali eseguite nel 2019.
Queste sono destinate a:
– interventi di manutenzione di impianti sportivi pubblici;
– interventi di restauro di impianti sportivi pubblici;
realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche.

A chi è destinato?

Il Bonus è riservato a persone fisiche, enti non commerciali e titolari di reddito d’impresa. Questo attenendosi alle modifiche introdotte dalla legge 30 dicembre 2018, n. 145. Ricordiamo anche che il beneficio è riconosciuto nella misura del 65% delle erogazioni liberali.

Leggi anche Sport bonus 2019: cosa dice a riguardo la legge di bilancio

L’articolo 4 pubblicato affrma che per ottenere il riconoscimento del credito d’imposta, i contribuenti interessanti potranno avvalersi di uno dei seguenti sistemi di pagamento:
– bonifico bancario;
– bollettino postale;
– carte di debito, carte di credito e prepagate;
– assegni bancari circolari.

Dove si trovano i materiali e le coordinate necessarie?

Nella sezione Bandi, avvisi e contributi – Sport Bonus del sito dell’ufficio per lo sport del Consiglio dei Minisitri troverete i dettagli esplicati sulle modalità di effettuazione delle erogazioni liberali, le regole per l’ottenimento e la fruizione dell’agevolazione, le cause di revoca e le procedure di recupero.

In fase di ultimazione l’apertura di una finestra dedicata utile all’invio delle domande di accesso che sarà pubblicata sul medesimo sito.

In allegato il Decreto Sport Bonus


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here