I micropali sono sicuramente una delle soluzioni tecnicamente più sicure per stabilizzare in modo definitivo un cedimento fondale e del terreno. Perché? È abbastanza intuitivo, è perché con i micropali trasferiamo il carico, il peso della struttura in profondità.

In pratica un intervento di palificazione ben progettato va ad “appoggiare” la casa su roccia, nella migliore delle ipotesi, o comunque su un substrato di terreno molto stabile. A questo punto qualsiasi problematica che ha generato i cedimenti del terreno e le crepe nei muri viene letteralmente bypassata dai pali.

Quali sono gli aspetti critici di questo intervento che, in base a quanto detto sopra, sembra il migliore?

  • Invasività elevata delle opere
  • Costi elevati
  • Tempi di realizzazione lunghi
  • Possibili difetti o errori del collegamento palo – struttura
  • Possibili errori nella lunghezza dei micropali (troppo corti perché basati su una prova geologica eseguita ad una certa distanza dal fabbricato o per imprevedibili variazioni locali della profondità del substrato).

SYStab propone un sistema di micropalificazione che supera in larga parte le problematiche sopra descritte. Si tratta dei pali precaricati.

Pali Precaricati: cosa sono?

Sono un sistema di micropalificazione, quindi adatto a interventi su edifici esistenti che hanno subito cedimenti delle fondazioni. I micropali vengono presso infissi nel terreno mediante martinetti idraulici che sfruttano come contrasto il peso della struttura stessa.

Di seguito le fasi dell’intervento.

Fase 1

La prima fase e accedere alla fondazione con eventuale scavo.

Fase 2

 

La seconda fase è il fissaggio delle piastre d’acciaio alla fondazione esistente.

Fase 3

Nella terza fase viene impostato il martinetto idraulico che consente l’infissione lenta e continua, senza vibrazioni, dei moduli di palo che vengono avvitati l’uno di seguito all’altro fino alla profondità di progetto.

Infine avviene il fissaggio del palo alla struttura direttamente ne collare di cui è provvista la piastra.

La metodologia sopra descritta può essere progettata su misura caso per caso con piastre di varie forme e dimensioni in funzione della geometria, delle caratteristiche della fondazione a cui agganciarsi e dei carichi trasmessi.

I vantaggi di questo sistema di palificazione sono sicuramente interessanti nel campo del recupero di edifici lesionati dai cedimenti:

  • la realizzazione del palo è molto rapida (si realizzano mediamente 5 pali al giorno)
  • l’infissione non produce materiali di risulta e non impiega fanghi (è un cantiere asciutto e quindi molto pulito)
  • si può operare in spazi ridotti e difficilmente raggiungibili con attrezzature ingombranti, all’interno e anche in piani interrati con altezze molto ridotte
  • l’infissione non produce vibrazioni e consente spesso sollevamenti e recupero dei cedimenti
  • ogni palo viene verificato monitorando la pressione di installazione, una garanzia assoluta e certificata della portata raggiunta
  • il collegamento finale del palo alla struttura è eseguito meccanicamente e annulla in pratica ogni possibilità di errore o difetto.

consolidamento con micropali

Non esiste la soluzione di consolidamento ideale per ogni caso ma sicuramente i Pali Precaricati possono essere una valida alternativa ai sistemi tradizionali in moltissime situazioni. La rete di Tecnici SYStab offre un servizio di consulenza con sopralluoghi e valutazioni di fattibilità tecnico – economiche gratuite in tutta Italia.

Per ulteriori informazioni www.systab.it   – info@systab.it

Linea Tecnica sempre attiva: 370 3379107


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here