CILA: non può essere oggetto di diniego, ma solo di sanzione

La revisione finale della Circolare NTC è stata completata e la prossima settimana Donato Carlea, neopresidente del Consiglio dei lavori pubblici, la invierà alla Gazzetta Ufficiale. Si conclude così l’iter lunghissiomo della Circolare delle NTC 2018.

Rimanete sintonizzati su Ediltecnico per ulteriori aggiornamenti.

Settimana scorsa Toninelli, Ministro delll’Infrastrutture e Trasporti, aveva firmato il Decreto sulla Circolare Esplicativa delle NTC 2018 (Norme Tecniche per le Costruzioni), decreto che quindi verrà a breve pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Il decreto sulle NTC 2018 è stato firmato il 17 gennaio 2018 ed è entrato in vigore il 22 marzo 2018. Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici aveva approvato la Circolare delle NTC 2018 il 27 luglio 2018. Solo ora il testo è stato firmato dal Ministro.

Circolare NTC 2018, il testo

Il testo del Circolare NTC 2018 ufficiale e firmato da Toninelli non è quello reso noto a luglio. Bisogna aspettare la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale per sapere con certezza quale sia il testo definitivo. Probabilmente, non sarà tanto diverso da quello approvato in luglio, che è l’ultimo a nostra disposizione e che puoi scaricare a questo link.

Scarica l’ultima versione della Circolare NTC 2018

Circolare NTC 2018: a cosa serve?

La Circolare è un supporto operativo importante per la progettazione e la realizzazione di nuove strutture e per gli interventi sulle costruzioni esistenti. Riserva molta attenzione all’affidabilità dei materiali e alla manutenzione programmata della struttura, durante la sua vita presunta, con dettagli degli adempimenti del direttore lavori.

In particolare, è un supporto importante per l’applicazione del capitolo 8, che introduce alcune novità per gli interventi su costruzioni esistenti. Con le NTC 2018, gli interventi di miglioramento sismico che riguardino costruzioni (di classe III a uso scolastico e di classe IV) dovranno essere finalizzati al raggiungimento di una percentuale non inferiore al 60% delle prestazioni strutturali prescritte per le nuove costruzioni. Invece, gli interventi su costruzioni esistenti di II e III classe (ma non le scuole) dovranno raggiungere un miglioramento almeno del 10% delle prestazioni strutturali prescritte per il nuovo.

La Circolare indica puntualmente le attività da porre in essere nel caso in cui l’esito delle verifiche non raggiungano i valori sopra richiamati”.

Sulle NTC 2018:

Il collaudo statico delle strutture - Procedure e modelli secondo le NTC 2018

Il collaudo statico delle strutture - Procedure e modelli secondo le NTC 2018

Pietro Salomone, 2018, Maggioli Editore

Il collaudo è un atto unilaterale complesso di natura tecnica, economica ed amministrativa, disposto dal committente, al quale si perviene a conclusione dell’opera. Con il collaudo viene redatto un apposito verbale che ha lo scopo di rendere partecipe il committente dei risultati della...




Condividi

3 Commenti

  1. Se ci ha messo le mani TOninelli, poveri noi. Probabilmente scriverà cose geniali tipo “per fare il cemento armato non si deve usare il calcestruzzo perché non è nel contratto di governo” oppure ” il sisma non si applica alle case a sud di roma per fdavorire i poveri che fanno abuso edilizio di necessità,tanto se cadono condona di Maio e gli italiani ripagano di tasca loro i furbetti del quartierino, che è nel contratto di governo”

      • Capisco che le piacciano i grillini, toninelli e questo governo, ma la realtà è questa: dove questa gente mette le mani fa danni. Ha visto la proposta del senatore grillino che vuo9le liberalizzare le “piccole soprelevazioni” non sono SENZA adeguamento sismico, ma perfino SENZA VERIFICA sismica? ritiene che sia un’opera meritoria? così poi le case crollano e si fa un bel condono come a Ischia con tanto di contributo pubblico a fondo perduto (cioè i soldi delle mie e sue tasse – sempre che lei le paghi non ambisca al Reddito di Nullafacenza, da buon elettore grillino) per ripagare il 100% della ricostruzione delle case abusive. Certo, se lei ha votato questa gente queste cose non la indignano, ma a me che lavoro 12 ore al giorno, pago le tasse (tante tante) e rispetto tutte le regole tecniche e deontologiche della professione, questo trionfo dell’incompetenza e della cialtroneria mi fa parecchio arrabbiare. e si faccia un bel giro del Tunnel de Brennero….

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here