Home FISCALE Fattura elettronica, si rompe il sito delle Entrate

Fattura elettronica, si rompe il sito delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate già dalle 8:45 del 7 gennaio accoglieva l’utente con un “impossibile raggiungere sito”

2671
ratigher

Per la gestione della fattura elettronica, sono state rilevate gravi anomalie sia sul sito dell’Agenzia delle Entrate e sui sistemi di invio gestiti dai privati. L’Associazione Nazionale Commercialisti tuona: “Cronaca di un disastro annunciato”. “Quello che avevamo previsto e denunciato si sta puntualmente verificando”, afferma infatti il Presidente ANC Marco Cuchel “e ciò che qualcuno ha generosamente considerato rallentamenti e difficoltà dovuti all’applicazione di un nuovo sistema, si sta rivelando la regola. Anche il Codacons ha denunciato la situazione di grave difficoltà e l’Associazione Nazionale Commercialisti sta valutando, assieme al mondo imprenditoriale, un’azione comune di protesta che abbia un impatto significativo, tale da rappresentare con forza il disagio di tutti”.

Un milione e mezzo di fatture elettroniche in 3 giorni

Al 4 gennaio l’Agenzia delle Entrate segnalava non esserci nessuna anomalia o rallentamento sul portale fatture e corrispettivi. In 3 giorni (dal 1° al 4 gennaio), sul sistema di interscambio (Sdi) erano già transitate quasi un milione e mezzo di fatture elettroniche senza che il partner tecnologico Sogei abbia rilevato problemi tecnici o rallentamenti. Anche i centri multicanali dell’Agenzia non avevano ricevuto segnalazioni di malfunzionamenti. Per il 97% dei documenti inviati era stata già resa disponibile la ricevuta dell’invio prima degli ordinari 5 giorni previsti dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate.

Poi i problemi, invece, si sono verificati. Ora sembra funzionare tutto.

Fattura elettronica, imposta di bollo: come e quando si paga?

Intanto, sulla Gazzetta Ufficiale n. 5 del 7 gennaio 2019 è stato pubblicato il decreto del 28/12/2018 del Ministero dell’Economia e Finanze recante “Modifiche al decreto 17 giugno 2014, concernente le modalità di assolvimento dell’imposta di bollo su fatture elettroniche”, in vigore dal 7 gennaio 2019. Il nuovo decreto (leggilo qui) modifica l’articolo 6, comma 2, del Dm 17 giugno 2014 e stabilisce che il pagamento dell’imposta relativa alle fatture elettroniche emesse in ogni trimestre solare deve essere effettuato entro il giorno 20 del primo mese successivo.

Fattura elettronica: ricapitoliamo tutto

Dopo l’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione (in seguito alla Legge Finanziaria 2008), dall’1 luglio 2018 era arrivato anche l’obbligo di fatturazione elettronica tra privati nei subappalti e per le cessioni di carburante (in seguito alla Legge di Bilancio 2018).

Ricapitoliamo le caratteristiche della novità più travolgente del 2019: la fatturazione elettronica.

Fattura elettronica: chi ha l’obbligo e come si fa

La fattura elettronica è quindi diventata obbligatoria. In cambio della necessità di impratichirsi con un sistema che può sembrare complesso a una prima occhiata, spariscono tutta una serie di obblighi burocratici che hanno fin qui complicato non poco la vita dei soggetti Iva, dell’archiviazione allo spesometro. A conti fatti, quindi, alla fine la fattura elettronica puòsemplificare la vita anche a chi decide di far da sé e non rivolgersi a un commercialista, a patto di impratichirsi un po’ con l’informatica. La fatturazione elettronica non riguarda però tutti i titolari di partita Iva ma solo chi rientra nel regime ordinario…

Fattura elettronica, anche chi è esentato deve gestirle. Come?

Dal 1° gennaio l’obbligo di emissione delle fatture in formato digitale riguarda infatti tutti i titolari di partita Iva, ad esclusione di chi ha optato per il regime forfettario. In questo caso, però, anche se si è esentati dall’emissione dell’e-fattura (tranne il caso di prestazioni nei confronti di enti pubblici), si ricevono comunque le fatture elettroniche emesse dagli altri soggetti Iva, e bisogna essere in grado di gestirle. Nessuna paura, però, perché a conti fatti per i professionisti nel regime non cambia nulla e non c’è alcuna necessità di avviare complicate procedure o servizi a pagamento per la conservazione di questi documenti… Leggi tutto

Fatturazione elettronica tra privati, le regole e gli esoneri

Con il provvedimento dello scorso 30 aprile (e relativo allegato A) e con la Circolare 30/04/2018 n. 8/E l’Agenzia delle Entrate ha fornito le “Regole tecniche per l’emissione e la ricezione delle fatture elettroniche per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato (…), nonché per la trasmissione telematica dei dati delle operazioni di  cessione di beni e prestazioni di servizi transfrontaliere (…)”. Leggi tutto l’articolo.

Fatturazione elettronica: i problemi con la normativa sulla privacy

Niente banca dati delle fatture dell’Agenzia delle entrate, vengono memorizzati solo i dati fiscali necessari per i controlli automatizzati, e no alla fatturazione elettronica per le prestazioni sanitarie. Con un articolato provvedimento, il Garante per la protezione dei dati personali aveva individuato i presupposti e le condizioni perché la stessa Agenzia potesse avviare dal 1° gennaio 2019 i trattamenti di dati connessi al nuovo obbligo. Continua a leggere..

Fattura elettronica in vigore, è possibile fare la fatturazione differita

Come confermato dall’Agenzia delle entrate nell’area del sito dedicata alla fattura elettronica, con l’obbligo di documento elettronico sono confermate tutte le disposizioni sui tempi di emissione delle fatture. Si può quindi emettere una fattura entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione della prestazioni di servizi o della cessione dei beni. Per quel che riguarda le prestazioni professionali, le Entrate hanno ribadito…

Il sito delle Entrate sulla fatturazione elettronica è questo.

Immagine: ccoorrppoocc.wordpress.com. Autore del disegno: Ratigher

👇Tutto sulla fattura elettronica 👇

La fattura elettronica: come gestirla

La fattura elettronica: come gestirla

Monica Greco, 2019, Maggioli Editore

La disciplina della fattura elettronica: - Ambito soggettivo- Data di emissione- Ricezione della fattura- Dati della fattura- Bollo, sanzioni, delega e firma- Detraibilità e esigibilità dell’IVA- Casi particolari- Iter procedurale della fattura elettronica La FE per la Pubblica...




1 COMMENTO

  1. IL SITO SIA IL GIORNO 10/01/2019 ORE 18.15.40 E 11/01/2018 ORE 10.14/28
    QUANDO HO FATTO ACCESSO PER LA CONSULTAZIONE MI HA ACCOLTA CON ” SI E’ VERIFICATO UN ERRORE” CI SCUSIAMO MA AL MOMNETO LA PAGINA NON E’ DISPONIBILE PER FAVORE RIPROVA PIU TARDI..
    come se una persona dovesse e potesse star li a provare ogni volta che VUOLE IL SITO, e non ogni volta che ne ha necessità, senno che senso avrebbe fare un accesso?? se non quello di aver necessità di VEDERE O FARE DELLE COSE in quel momento..??
    su 2 volte che ho avuto un po di tempo per poter accedere e fare un controllo, apare sta videata, che mi sono stampata..
    voglio vedere da qui a fine mese quante volte mi apparira questo messaggio di CORTESIA, che mi impone di riperdere tempo per consultare..figuriamoci quando invece DOVRE’ FARLE LE FATTURE, inviare..aspettare per ben 5 giorni o piu..l’esito..ecc….vediamo..
    per me solo chi ha poche fatture, chi ha una gestione aziendale MOLTO TECNOLOGICA, con addetti dedicati puo star a perdeci tempo..chi invece spazia su tutto il settore amministrativo aziendale e non solo alla faturazione elettronica si trovera in enorme difficolta, senza contale LA BUFALA DEL RISPARMIO CARTAE DEL NON STAMPARE LE FATTTURE, si vede che chi ha predisposto questa cosa non vive in italia..o non ha mai lavorato veramente …
    saluti

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here