I quattro decreti che sbloccano i crediti che le imprese vantano nei confronti della pubblica amministrazione sono stati presentati dal Ministero dell’economia e delle finanze.

Gli obiettivi del pacchetto sono noti: fornire liquidità alle imprese, rendere semplice per fornitori e debitori il meccanismo della certificazione, superando la frammentazione sul territorio, ridurre il rischio di inerzia della pubblica amministrazione e, infine, favorire una risoluzione per i debiti iscritti a ruolo.

Il pacchetto di interventi si compone di quattro elementi fondamentali, che presentiamo sinteticamente.

Certificazione crediti delle imprese verso la p.a.
Sarà perseguita tramite due decreti: Un decreto del MEF sulla certificazione dei crediti verso le amministrazioni statali e gli enti pubblici nazionali; e un decreto MEF sulla certificazione dei crediti verso enti locali, regioni ed enti del Servizio Sanitario Nazionale, sentita la Conferenza Stato-Regioni.

Compensazione tra crediti e debiti verso la p.a.
Un terzo decreto del istituirà la compensazione dei crediti verso la p.a. con le somme iscritte a ruolo.

Sostegno alle imprese creditrici della p.a.
Il quarto decreto (del Ministero dello sviluppo economico di concerto con quelle dell’economia e delle finanze) prevede l’introduzione di una garanzia diretta sull’anticipazione dei crediti verso la p.a.

Il quarto elemento non è un decreto, ma un accordo tra ABI e Associazioni imprenditoriali per la costituzione di un plafond dedicato alla smobilizzo dei crediti delle imprese verso la p.a.


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here