Pratiche ENEA risparmio energetico, portale dedicato all'ecobonus

I dati relativi agli interventi di riqualificazione energetica portati a termine dopo il 31 dicembre 2017 che accedono alle detrazioni fiscali (dal 50% all’ 85%), possono essere trasmessi attraverso il portale. Il sito in questione è stato attivato al fine di consentire l’invio telematico delle pratiche ENEA risparmio energetico ovvero di tutta la documentazione occorrente per poter usufruire delle detrazioni fiscali relative agli interventi messi in atto per migliorare l’efficienza energetica degli edifici esistenti.

Leggi anche Tetti verdi, Enea: tutti i vantaggi che comportano nella stagione invernale

Pratiche ENEA risparmio energetico, detrazioni fiscali

Tali detrazioni fiscali sono state istituite allo scopo di incentivare la realizzazione di interventi di riqualificazione energetica con la legge Finanziaria n. 296/2006, (commi da 344 a 347) e dall’art. 14 del D.L. 63/2013 come convertito dalla legge n. 90/2013 e modificato dalla legge di Bilancio 2018 (Legge 27.12. 2017 n. 205) che integra e modifica parzialmente le condizioni necessarie per usufruire dei benefici fiscali collegati all’efficienza energetica degli edifici, in riferimento alle spese sostenute nel 2018. Per quanto concerne la riqualificazione globale degli edifici le detrazioni sono state prorogate nella misura del 65% fino al 31 dicembre 2018 e limitatamente agli interventi che interessano parti comuni condominiali (nella misura del 65%; 70%; 75%, 80% e 85%) fino al 31 dicembre 2021. Ulteriori dettagliate informazioni sulle detrazioni medesime possono essere desunte consultando il portale informativo.

Leggi anche Risparmio energetico: infissi e caldaia evitano controlli Enea

Pratiche ENEA risparmio energetico, task-force tecnici

Per la risoluzione di eventuali problemi di tipo tecnico e procedurale connessi alla trasmissione dei dati sul sito ENEA, sul portale aggiornato da tecnici ENEA acs.enea.it sono stati messi a disposizione degli utenti un vademecum, una raccolta delle risposte alle domande più frequenti (FAQ), un servizio di help desk al quale è possibile inviare le proprie richieste ed infine, la normativa di riferimento.

Pratiche ENEA risparmio energetico, scheda descrittiva

Tra le specifiche particolari relative all’invio delle pratiche necessarie per ottenere gli incentivi fiscali connessi agli interventi di efficientamento energetico con fine lavori avvenuta nel 2018, si precisa che la “Scheda descrittiva dell’intervento” da trasmettere all’ENEA deve essere sottoscritta da un tecnico abilitato esclusivamente nei casi in cui è prevista l’asseverazione.

Tale indicazione è riportata sia nei vademecum specifici curati sul portale dai tecnici ENEA che nella scheda descrittiva medesima che così recita: “Il documento originale cartaceo, quando è prevista l’asseverazione del tecnico deve riportare la firma ed il timbro del tecnico compilatore e deve essere consegnato al beneficiario per essere esibito a richiesta.”

Pratiche ENEA risparmio energetico, attesa bonus casa

Per quanto riguarda, invece, i dati relativi agli interventi di ristrutturazione edilizia che possono usufruire del bonus casa (detrazioni del 50%) conclusi nel 2018 che determinano una riduzione dei consumi energetici, ma che non vanno confusi con l’ecobonus, l’ENEA è in attesa di indicazioni a tal riguardo da parte delle istituzioni di riferimento e pertanto la trasmissione a ENEA di tali dati non va effettuata fino all’apertura di un nuovo sito appositamente dedicato.

Sull’argomento consigliamo:

ECOBONUS 2018

ECOBONUS 2018

Lisa De Simone, 2018, Maggioli Editore

Il 2018 segna uno spartiacque rispetto al passato e rinnova profondamente la disciplina delle agevolazioni fiscali sulla casa. In particolare, la Legge Finanziaria 2018 interviene in maniera profonda sul c.d. Ecobonus per interventi di risparmio energetico. Diversi e importanti i cambiamenti:...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here