Agevolazioni acquisto terreni agricoli, di cosa si tratta?

Gli atti di trasferimento a titolo oneroso di terreni qualificati come agricoli, sulla base degli strumenti urbanistici oggi in vigore, eseguiti a favore di coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti nell’apposita gestione previdenziale e assistenziale, sono sottoposti ad imposte di registro e ipotecaria per un importo fisso di 200 euro e inoltre all’imposta catastale nella misura pari all’1%.

Leggi anche Agevolazione acquisto prima casa: quando possono essere revocate

Agevolazioni acquisto, dove si applica

È ammessa l’applicazione della suddetta agevolazione acquisto anche nei confronti degli atti di trasferimento a titolo oneroso di terreni agricoli e relative pertinenze effettuati a favore di proprietari di masi chiusi (ex legge della provincia autonoma di Bolzano 28 novembre 2001, n. 17) da loro abitualmente coltivati (articolo 2, comma 4-bis, Dl 194/2009).

Differenze tra terreni agricoli e terreni edificabili

Nello Studio 16/2018 il Notariato, analizzando la normativa fiscale e la qualificazione urbanistica dei terreni per l’applicazione delle imposte indirette, ha spiegato dettagliatamente quali sono le differenze tra i terreni edificabili e i terreni agricoli.

Leggi anche Terreni edificabili: dai Notai arrivano chiarimenti sul regime fiscale

Sull’argomento consigliamo:

Agevolazioni e incentivi  per l’impresa agricola

Agevolazioni e incentivi per l’impresa agricola

Cinzia De Stefanis, 2016, Maggioli Editore

Il volume intende fare il punto dei numerosi provvedimenti emanati nel biennio 2015/2016 e dedicati al mondo dell’impresa rurale, fra cui certamente primeggia il cosiddetto Collegato Agricoltura 2016 (Legge 28 luglio 2016, n. 154), che ha previsto una serie di Deleghe al Governo e ha...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here