Una delle criticità emerse in durante l’applicazione delle NTC 2018 è la verifica dei nodi delle strutture in Cemento Armato. Con le precedenti NTC 2008 e con L’Eurocodice 8 questa verifica di resistenza è riservata alle strutture progettate in alta duttilità (CDA), con NTC2018 è obbligatoria anche per CDB e strutture non dissipative (per i nodi trave-pilastro di strutture a comportamento non dissipativo si devono applicare le regole di progetto relative alla CD “B”, par 7.4. Costruzioni in calcestruzzo).

Calcolo della domanda

La domanda si calcola con le formule delle NTC 2018:

Analizzando le due formule riportate dalla normativa possiamo vedere che per abbassare la domanda è possibile diminuire l’armatura delle travi in corrispondenza del pilastro (As1 e As2).

Verifica a trazione

La normativa richiede che all’interno dei nodi la sollecitazione di trazione diagonale non superi la resistenza a trazione del calcestruzzo: nel caso questa condizione non risulti soddisfatta è necessario inserire un’adeguata armatura di confinamento dei nodi (Ash). Sono previste due formulazioni alternative:

Queste formule sono il punto critico di tutta la verifica: la richiesta di armatura Ash è generalmente alta e può portare a passi staffe molto piccoli.

Per diminuire l’area delle staffe Ash è possibile diminuire l’armatura delle travi (As1 e As2).

Il paragrafo 7.4.6.2.3 prevede ulteriori limitazioni di armatura: oltre a quanto richiesto dalla verifica nel § 7.4.4.3.1, lungo le armature longitudinali del pilastro che attraversano i nodi devono essere disposte staffe di contenimento in quantità almeno pari alla maggiore prevista nelle zone adiacenti al nodo del pilastro inferiore e superiore; nel caso di nodi interamente confinati il passo risultante può essere raddoppiato, ma non può essere maggiore di 15 cm.

Possibili soluzioni

1) Per ridurre la domanda si può diminuire l’armatura nelle travi:
– Sfruttando la ridistribuzione dei momenti,
– Usando travi tralicciate reticolari composte

2) Per aumentare la capacità a taglio compressione si può aumentare la larghezza effettiva del nodo bj

3) Per aumentare il passo delle staffe necessarie al confinamento si può:
– Aumentare il diametro
– Aumentare il numero di bracci delle staffe nel nodo,

Inoltre è possibile applicare la limitazione allo 0.4% dell’area, tenendo però presente che si tratta di una scelta progettuale che non rispetta le prescrizioni delle NTC 2018.

A questo link è possibile trovare nel dettaglio anche le verifiche a compressione e un esempio di calcolo manuale di un nodo.

articolo dell’Ing. Gennj Venturini – venturini@2si.it


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here