Ingegneri, Ministro Toninelli annuncia assunzioni e Decreto infrastrutture

In occasione della giornata inaugurale del 63° Congresso Nazionale Ordini Ingegneri d’Italia svolto a Roma, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del Governo Conte, Danilo Toninelli, ha annunciato davanti alla platea l’intenzione di avviare nuove assunzioni per la nuova Agenzia. Il Ministro ha introdotto questa novità, affermando: “Abbiamo bisogno di voi. Per questo il mio ministero sta per lanciare un reclutamento straordinario di professionisti per controllare, per verificare lo stato delle nostre infrastrutture, a partire da quelle più critiche”.

Ingegneri, Toninelli analizza la situazione attuale

Tra i vari passaggi del suo discorso, il Ministro ci ha tenuto ad analizzare il contesto attuale, affermando che, ad oggi, al ministero delle Infrastrutture mancano innanzitutto gli ingegneri. Inoltre ha sottolineato la volontà di creare una nuova struttura che possa dedicarsi al controllo delle opere: “Costituiremo un’agenzia pubblica indipendente per il controllo dei concessionari e per le ispezioni con ingegneri pubblici”, per poi aggiungere: “la nostra struttura che deve gestire la sorveglianza delle infrastrutture attraverso le verifiche, avrebbe dovuto contemplare 250 elementi, tutti ingegneri specializzati; ne ha invece 118, di cui la metà sono impiegati”.

E con una frecciatina rivolta all’azione dei precedenti governi, ha chiosato: “Questo è lo Stato che ci hanno lasciato gli esperti della politica”.

Ingegneri, Toninelli lancia il Decreto infrastrutture

Successivamente, durante l’audizione presso la Camera dei deputati, il Ministro Toninelli ha annunciato le prossime misure del governo, tra cui l’attuazione di un “Decreto infrastrutture”. Secondo Toninelli questo decreto “prevede in primo luogo l’istituzione presso il Mit di un’Agenzia per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture autostradali e stradali con poteri di vigilanza tecnica sull’esecuzione dei lavori, di progettazione e di ricerca”.

Leggi anche Sicurezza infrastrutture: lettera CNI indirizzata a Toninelli

In seguito ha aggiunto che tramite il decreto: “verrà inoltre creato un archivio nazionale informatico delle opere pubbliche a disposizione di tutti i soggetti che a qualsiasi titolo gestiscono o detengono i dati riferiti ad un’opera pubblica”. Infine Toninelli ha concluso: “Sarà poi realizzato un sistema di monitoraggio dinamico per la sicurezza delle infrastrutture stradali e autostradali che presentano condizioni di criticità connesse al passaggio di mezzi pesanti. Il decreto prevede anche l’assunzione di 250 unità di personale al ministero, perché qualsiasi riforma non può funzionare senza le risorse umane necessarie ad attuarla”.

Sull’argomento consigliamo:

Metodi pratici per il rinforzo di elementi strutturali

Metodi pratici per il rinforzo di elementi strutturali

Santino Ferretti, 2018, Maggioli Editore

La necessità di riparare, rinforzare, migliorare, fino ad adeguare le strutture, soprattutto quelle colpite da un sisma, ha fatto nascere una nuova consapevolezza, che ha portato a sviluppare nuove tecniche per il rinforzo strutturale degli edifici esistenti. Il testo esamina le tecniche per...




Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here