Dissesto idrogeologico: stanziati 20 milioni di euro al Fondo progettazione

Il Ministero dell’Ambiente ha deciso di stanziare fondi statali per la progettazione di opere contro il dissesto idrogeologico. Con il finanziamento di un nuovo stralcio del fondo di rotazione per la progettazione di interventi contro il dissesto idrogeologico, venti milioni di euro saranno assegnati a quattro regioni italiane. Secondo i calcoli questi progetti potranno consentire ai presidenti di regione di creare opere per oltre 660 milioni di euro.

Dissesto idrogeologico, il Fondo progettazione

Il Fondo progettazione per le opere anti-dissesto idrogeologico nel 2015 era stato finanziato dal Cipe per una cifra complessiva di 100 milioni di euro, per poi essere approvato tramite il Decreto Ministeriale del luglio 2016. In seguito, da ottobre 2017 a marzo 2018 il Ministero dell’Ambiente ha stanziato 39 milioni di euro, fino ad arrivare agli ulteriori 20 milioni di questo periodo.

Leggi anche Dissesto idrogeologico da ISPRA la mappa nazionale rischio italiano

Dissesto idrogeologico, i progetti finanziati

In Campania il finanziamento riguarda 54 progettazioni per un totale di più di 12 milioni di euro, capaci di attivare opere per 365 milioni. Tra le progettazioni finanziate figura l’intervento di mitigazione del rischio idrogeologico della foce del Volturno e del Litorale Domizio (con 434 mila euro), per un valore complessivo di 25 milioni di euro, il risanamento idrogeologico del Comune di Bolturara Irpina (con 256 mila euro), per un valore complessivo di oltre 29 milioni di euro.

In Sicilia il finanziamento riguarda 32 progettazioni per un totale di oltre 5 milioni di euro, capaci di attivare opere per 133 milioni. Tra le progettazioni sovvenzionate si può trovare il ripascimento della spiaggia di Campofelice di Roccella (con 511 mila euro), per un valore complessivo di 45 milioni di euro e la mitigazione del rischio idrogeologico e di erosione nel Comune di Messina (con 365 mila euro), per un valore complessivo di oltre 8 milioni di euro.

Nel Lazio, il sovvenzionamento riguarda 11 progettazioni per un totale di 1,92 milioni di euro, capaci di attivare opere per 85 milioni. Tra le varie progettazioni, riceve finanziamenti da parte del ministero la messa in sicurezza di fossi e canali nel Comune di Roma (con 800 mila euro), per un importo delle opere che ammonta ad oltre 44 milioni di euro e il completamento dello scolmatore di piena del Fiume Liri (con 927 mila euro), per un opera da oltre 38 milioni di euro.

Infine in Umbria, il finanziamento riguarda due grandi progetti per un totale di oltre 850 mia euro, mentre il valore complessivo degli stessi ammonta a 83 milioni di euro. Si tratta del risanamento idrogeologico del Fosso Santa Margherita a Perugia e del completamento della messa in sicurezza dal rischio idraulico lungo l’asta del Tevere a Città di Castello.

Sul dissesto idrogeologico consigliamo:

Dissesto idrogeologico e stabilità dei versanti

Dissesto idrogeologico e stabilità dei versanti

Piergiuseppe Froldi, 2015, Maggioli Editore

Il consolidamento dei versanti e dei pendii in terreni non lapidei a mezzo di pali strutturali, costituisce ad oggi il principale e più diffuso sistema di stabilizzazione laddove sono richieste prestazioni di funzionalità, affidabilità e sicurezza caratteristiche delle opere...



 


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here