Agevolazioni prima casa e nuda proprietà: cosa dicono le Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che le agevolazioni prima casa sussistono anche quando, in presenza di tutti gli altri requisiti previsti dalla legge, si acquista un’abitazione che si trova nello stesso comune in cui si è titolari della nuda proprietà di un’altra abitazione. Questo perché in quel caso il nudo proprietario non risulta come possessore dell’immobile, titolarità che a sua volta spetta all’usufruttuario, come stabilito dalla circolare Min. 2 marzo 1994, n.1, paragrafo 4, punto 6.

Leggi anche Agevolazioni prima casa: decorrenza del termine triennale per la revoca

Agevolazioni prima casa e nuda proprietà

Le Agenzie delle Entrate hanno precisato che i benefici spettano solo nel caso in cui la nuda proprietà non sia stata acquisita usufruendo delle agevolazioni prima casa. Inoltre ci si può avvalere dei medesimi benefici anche quando l’acquirente ricongiunge la piena proprietà, ovvero quando l’usufruttuario acquista la nuda proprietà o viceversa.

Leggi anche Agevolazioni prima casa, quali imposte si pagano senza benefici

Agevolazioni prima casa, decadenza

Tramite la sentenza 17148/2018, la Cassazione ha precisato che l’acquisto del diritto di nuda proprietà di un’abitazione entro un anno dalla vendita della precedente prima casa, nel caso in cui sia stata effettuata prima del decorso di un quinquennio del suo acquisto, non può evitare la decadenza in conseguenza della cessione infraquinquennale.

Sull’argomento consigliamo:

Bonus casa 2018

Bonus casa 2018

Gianmaria Gavelli, 2018, Maggioli Editore

Questo nuovissimo volume esamina gli aspetti civilistici, procedurali e fiscali del Bonus Casa 2018, tenuto conto delle novità normative introdotte dalla Legge di Bilancio (Legge 27 dicembre 2017, n. 205) su ristrutturazioni edilizie, riqualificazione energetica (ecobonus), bonus...



 


Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here