Codice Appalti: iscrizioni all’albo dei commissari di gara dal 10 settembre

Attraverso un comunicato, l’Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac), ha comunicato le tempistiche per l’entrata a regime delle linee guida n.5 attuative del Codice Appalti. A partire dal 10 settembre 2018 sarà possibile iscriversi all’Albo nazionale dei commissari di gara gestito dall’Anac. Per le gare con scadenza delle offerte stabilita dal 15 gennaio 2019, sarà obbligatorio l’utilizzo dei commissari iscritti nell’albo. Dal 15 gennaio in poi alle Stazioni Appaltanti non sarà più concessa la facoltà di nominare commissari di gara in maniera discrezionale.

Leggi anche Codice Appalti, riforma: anticipazioni di Toninelli e proposte architetti

Codice Appalti, garantire imparzialità

Il Codice Appalti e le linee guida n.5 intendono assicurare l’imparzialità di valutazione delle Stazioni Appaltanti. In mancanza di specifiche complessità, per quanto riguarda gli importi inferiori alle soglie comunitarie e a un milione di euro per i lavori, la Stazione Appaltante ha la facoltà di nominare dei componenti interni nella commissione, mentre il presidente sarà esterno.

Gli esperti della Stazione Appaltante possono essere autorizzati dall’Anac come membri della commissione giudicatrice, in caso di affidamento di servizi e forniture di alto contenuto innovativo, scientifico o tecnologico, svolti all’interno della sfera delle attività di ricerca e sviluppo.

È prevista anche la valutazione caso per caso della nomina del RUP quale membro della commissione che si occupa della valutazione della congruità delle offerte tecniche. Mentre per quanto concerne le professioni tecniche, vicino al titolo professionale vengono specificate le opere per le quali possono accedere nelle commissioni giudicatrici.

Inoltre, il Decreto Ministeriale 12 febbraio 2018, ha definito le tariffe per l’iscrizione all’Albo dell’Anac ed i compensi dei commissari di gara.

Codice Appalti, estrazione commissari di gara

La Stazione Appaltante per comporre la commissione giudicatrice, avrà il compito di trasmettere all’Anac il Cig della procedura di affidamento assieme alle informazioni sulla determinazione degli affidamenti di particolare complessità.

L’Anac dovrà comunicare la lista degli esperti che sono stati sorteggiati tra coloro con minor numero di nomine e livello di esperienza adeguata. In seguito la Stazione Appaltante avrà il compito di pubblicare la lista dei commissari per motivi di trasparenza.

Sul Codice Appalti consigliamo:

Il Correttivo al Codice degli Appalti: cosa cambia per i professionisti

Il Correttivo al Codice degli Appalti: cosa cambia per i professionisti

Laura Porporato, 2017, Maggioli Editore

Dopo un anno di sperimentazione del Nuovo Codice dei Contratti pubblici, l’emanazione di alcunelinee guida e decreti attuativi, dopo che si sono raccolte le istanze sollevate da parte di più attoridella filiera delle costruzioni, a seguito delle esperienze sviluppate, dando attuazione a...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here