Imprese di costruzioni, Istat decreta incremento di fiducia a luglio

204
Imprese di costruzioni, Istat decreta incremento di fiducia a luglio

L’Istat ha stimato per il mese di luglio l’indice del clima di fiducia da parte dei consumatori e il risultato è stato simile a quello del mese scorso, aumentando da 116,2 a 116,3. La stessa cosa è valsa anche per quanto riguarda l’indice composito del clima di fiducia delle imprese che si è confermato stabile, passando da 105,5 a 105,4. A farla da padrone, però, è l’indice legato alle imprese di costruzioni.

Indice di fiducia, chi sale e chi scende

L’indice di fiducia dei consumatori, con la sua stabilità, rispetta le diverse dinamiche delle componenti. Come quella economica e futura che sono risultate in calo, passando rispettivamente da 142,8 a 141,7 e da 122,4 a 121,0. Allo stesso tempo, il clima personale e quello corrente sono incrementati rispettivamente da 107,1 a 107,8 e da 111,8 a 113,3, dopo il periodo negativo caratterizzato da un calo degli ultimi tre mesi.

Leggi anche NTC 2018, Norme Tecniche per le Costruzioni in vigore: i dettagli

Imprese di costruzioni, registrato aumento rilevante

Mentre per quanto concerne le imprese, giungono segnali sfavorevoli dal settore dei servizi e del commercio al dettaglio che hanno subito un calo dell’indice da 107,8 a 106,0 relativamente ai servizi e da 103,9 a 102,6 per il commercio al dettaglio. Il settore manifatturiero conferma la stabilità mantenendosi a quota 106,9 ed infine, come già citato, si è registrato un aumento rilevante nel settore delle imprese di costruzioni, il cui indice è salito da 132,9 a 139,9.

Da quanto rilevato si deduce un forte miglioramento dei giudizi sugli ordini e delle aspettative attese sull’occupazione presso le aziende.

Norme tecniche per le costruzioni 2018

Norme tecniche per le costruzioni 2018

A 10 anni di distanza dall'uscita del primo decreto sulle NTC, il nuovo testo delle Norme Tecniche per le Costruzioni,firmato dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti il 17 gennaio 2018 e pubblicato in G.U. il 20 febbraio 2018, ha introdotto numerose modifiche riguardanti in particolare, i materiali e i prodotti per uso strutturale e l’accettazione degli stessi, la responsabilità del Progettista o del Direttore dei Lavori e la messa sicurezza del patrimonio edilizio esistente.

Completamente rivisto e aggiornato in ogni sua parte, il Manuale riporta il testo integrale della norma e fornisce un puntuale ed approfondito commento della nuova disciplina, con continui confronti tra le NTC 2008 e le NTC 2018. Grande attenzione è stata data al tema dei materiali, con il recepimento delle disposizioni dell’UE sulla libera circolazione dei prodotti da costruzione e alla definizione più dettagliata dei tipi d’intervento (rinforzo locale, miglioramento, adeguamento) da effettuare sugli edifici esistenti, in presenza di azioni sismiche.

Arricchito in ogni capitolo da tabelle e formule, il testo si configura come uno strumento indispensabile per comprendere cosa è cambiato, in che misura e cosa è rimasto invariato rispetto alla precedente normativa.

Andrea Barocci, libero professionista, si occupa di strutture e rischio sismico sia in ambito professionale (ingegneriadellestrutture.it) che come componente di Organi Tecnici, Comitati e Associazioni. Autore, docente, blogger.

Andrea Barocci, 2018, Maggioli Editore
49.00 € 46.55 €

Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here