Home Edilizia Circolare NTC 2018: è stata approvata

Circolare NTC 2018: è stata approvata

Ultimissime notizie! Ce l'avevano promesso... Ora che la Circolare è stata approvata, abbiamo la certezza che venga pubblicata entro la fine di luglio?

6496
equo compenso

È stata approvata la Circolare esplicativa delle NTC 2018. Dicono che non ci sono sorprese, che la Circolare sia allineata alle norme e più snella. Puoi verificare subito: scarica qui il testo della Circolare

Le NTC 2018 (Norme Tecniche Costruzioni 2018) sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale il 20 febbraio, a questo link trovi il testo pubblicato in Gazzetta, il decreto del Ministero delle Infrastrutture del 17 gennaio 2018. Le NTC sono entrate in vigore 30 giorni dopo, quindi il 22 marzo 2018. Le Norme Tecniche per le Costruzioni sono composte da due parti: decreto (tre articoli più un allegato da 12 capitoli) e Circolare esplicativa. Come detto, si tratta di una Circolare esplicativa, che contiene le istruzioni applicative e gli Annessi Tecnici nazionali agli Eurocodici ma dalla quale prescinde l’applicazione delle NTC, che sono già entrate in vigore.

La Circolare è stata approvata dopo l’Assemblea del Consiglio Superiore. Massimo Sessa, Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, lo aveva promesso.

Per le vecchie NTC, la Circolare esplicativa fu pubblicata più di un anno dopo l’entrata in vigore delle norme tecniche. Quindi dobbiamo essere contenti e soddisfatti che siano passati solo 4 mesi. Come aveva già precisato il Consiglio Nazionale degli Ingegneri, l’entrata in vigore di una normativa tanto attesa (le NTC), non poteva dipendere ed essere correlata ai tempi di aggiornamento dei codici di calcolo.

Leggi anche Circolare NTC approvata: cosa contiene? cosa dicono i Tecnici?

NTC 2018, approfondiamole

L’entrata in vigore dell’aggiornamento delle NTC 2018 Norme Tecniche per le Costruzioni (D.M. 17/01/2018) ha ampliato (e in parte cambiato) le metodologie di determinazione dei parametri meccanici della muratura portante. Leggi tutto NTC 2018, resistenza meccanica delle murature: cosa cambia?

La diagnostica strutturale

Nel §4.5 Costruzioni in muratura, oltre ad aver reso più chiara l’interpretazione del testo normativo, sono state apportate alcune modifiche (anche in base a quanto previsto negli Eurocodici e sostenuto da ricerche sperimentali condotte in Italia). Si pone in particolare l’attenzione sui seguenti aspetti…Continua a leggere NTC 2018: servono più regole per la diagnostica strutturale

Il collaudo statico

La necessità del collaudo statico in corso d’opera sorge quando la complessità dei lavori rende impossibile verificare l’esecuzione dei lavori dopo la loro ultimazione, come ad esempio avviene negli interventi di consolidamento. Il capitolo C9.4 (collaudo degli interventi di adeguamento) della circolare 617/2009 esplicativa delle norme tecniche delle costruzioni in zona sismica dispone che il collaudo… continua a leggere Collaudo statico, come redigere il certificato secondo le NTC 2018

I primi cambiamenti per i professionisti

In marzo, il Consiglio superiore dei lavori pubblici ha pubblicato la prima nota (n. 3187/2018) di istruzioni operative sulle NTC, nuove norme tecniche per le costruzioni. In particolare, sono destinate ai produttori di elementi in acciaio e legno. Ricordiamo che le nuove NTC (Dm 17 gennaio 2018) sono in vigore dal 22 marzo. Ricordiamo anche che il Mit emanerà nei prossimi mesi un documento esplicativo delle NTC (la circolare) che, pur non uscendo, non congelerà tutto il sistema… Continua a leggere NTC 2018, i primi adeguamenti per i professionisti

Sulle NTC 2018 ti può interessare

Il collaudo statico delle strutture - Procedure e modelli secondo le NTC 2018

Il collaudo statico delle strutture - Procedure e modelli secondo le NTC 2018

Il collaudo è un atto unilaterale complesso di natura tecnica, economica ed amministrativa, disposto dal committente, al quale si perviene a conclusione dell’opera. Con il collaudo viene redatto un apposito verbale che ha lo scopo di rendere partecipe il committente dei risultati della verifica mediante il certificato di collaudo. Il collaudo è un atto necessario e formale, che non ammette equipollenti, senza il quale il committente non può pretendere la consegna dell’opera. Il collaudo è obbligatorio in tutti i contratti di opere pubbliche.

Il presente testo ha lo scopo di fornire indicazioni operative e definire dei contenuti minimi per la redazione di tutti gli atti connessi al collaudo statico delle strutture alla luce delle Nuove norme tecniche delle costruzioni (NTC 2018) aggiornate con il decreto del 17 gennaio 2018. L’opera nasce con l’idea di fornire ai tecnici uno strumento per illustrare le diverse attività necessarie per il collaudo di un’opera. Infatti il testo è corredato di checklist e di modelli da poter utilizzare durante la redazione degli atti tecnico-amministrativi.

Pietro Salomone, Ingegnere civile, specializzato in project management e gestione dei patrimoni edilizi. Opera presso la p.a. dove si occupa di gestione dei processi manutentivi degli immobili e collabora con numerose riviste nazionali e internazionali. Curatore del blog Buildingmanagerstrategist

Pietro Salomone, 2018, Maggioli Editore
12.90 € 10.97 €
Norme tecniche per le costruzioni 2018

Norme tecniche per le costruzioni 2018

A 10 anni di distanza dall'uscita del primo decreto sulle NTC, il nuovo testo delle Norme Tecniche per le Costruzioni,firmato dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti il 17 gennaio 2018 e pubblicato in G.U. il 20 febbraio 2018, ha introdotto numerose modifiche riguardanti in particolare, i materiali e i prodotti per uso strutturale e l’accettazione degli stessi, la responsabilità del Progettista o del Direttore dei Lavori e la messa sicurezza del patrimonio edilizio esistente.

Completamente rivisto e aggiornato in ogni sua parte, il Manuale riporta il testo integrale della norma e fornisce un puntuale ed approfondito commento della nuova disciplina, con continui confronti tra le NTC 2008 e le NTC 2018. Grande attenzione è stata data al tema dei materiali, con il recepimento delle disposizioni dell’UE sulla libera circolazione dei prodotti da costruzione e alla definizione più dettagliata dei tipi d’intervento (rinforzo locale, miglioramento, adeguamento) da effettuare sugli edifici esistenti, in presenza di azioni sismiche.

Arricchito in ogni capitolo da tabelle e formule, il testo si configura come uno strumento indispensabile per comprendere cosa è cambiato, in che misura e cosa è rimasto invariato rispetto alla precedente normativa.

Andrea Barocci, libero professionista, si occupa di strutture e rischio sismico sia in ambito professionale (ingegneriadellestrutture.it) che come componente di Organi Tecnici, Comitati e Associazioni. Autore, docente, blogger.

Andrea Barocci, 2018, Maggioli Editore
49.00 € 46.55 €

Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here