Ecobonus, cosa cambia se viene ufficializzata la bozza di decreto

La bozza di decreto del ministero dello Sviluppo economico, in collaborazione con il Mef, il Mit e il ministero dell’Ambiente, contiene importanti novità sull’Ecobonus, tra cui la previsione di ventotto nuovi tetti di spesa che faranno in modo che i cittadini non superino un limite di investimento per ogni unità di prodotto acquistata. La finalità è quella di revisionare il sistema delle spese massime che possono essere consentite nell’ambito dell’ecobonus.

La relazione illustrativa, infatti, spiega: “Il decreto introduce anche massimali unitari di spesa per ogni singola tipologia di intervento”. Questi massimali mirano a riequilibrare l’impatto economico ed energetico delle regole sui bonus. In questo modo i cittadini avranno l’onere di rispettare due tetti: uno globale riferito alle spese complessive e uno per valori unitari, sulla base del metro quadrato o del kW. La parte di spesa che eccederà le soglie stabilite, non potrà essere detratta.

Leggi anche Ecobonus su immobile in comodato: ammesso anche senza contratto registrato

Ecobonus, tutti i tetti stabiliti per spese detraibili

Come già anticipato, nel caso in cui la bozza verrà ufficializzata, i massimali unitari saranno ventotto e per la maggior parte di essi, verrà stabilito il tetto per metro quadrato, ad esempio per quanto riguarda la riqualificazione energetica, gli infissi, le schermature solari, l’isolamento di pavimenti e le pareti. Per altri casi come le caldaie, le pompe di calore e i generatori di calore a biomasse, si procederà per Kw.

Si parla di una cifra compresa tra i 350 e i 450 euro al metro quadrato per un infisso, 160 euro al metro quadrato per una schermatura solare, 250 euro per una caldaia a condensazione con potenza nominale inferiore ai 35 Kw e 200 euro per una caldaia con una potenza superiore ai 35 Kw. Idem per quanto riguarda le pompe di calore, in questo caso la spesa massima ammissibile sarà compresa tra 650 euro e 750 euro. Mentre per gli scaldacqua a pompa di calore il tetto massimo sarà fissato a mille euro di spesa fino a 150 litri e 1250 euro oltre i 150 litri.

Sull’Ecobonus, suggeriamo:

ECOBONUS 2018

ECOBONUS 2018

Lisa De Simone, 2018, Maggioli Editore

Il 2018 segna uno spartiacque rispetto al passato e rinnova profondamente la disciplina delle agevolazioni fiscali sulla casa. In particolare, la Legge Finanziaria 2018 interviene in maniera profonda sul c.d. Ecobonus per interventi di risparmio energetico. Diversi e importanti i cambiamenti:...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here