fatturazione elettronica privati 2018

Come abbiamo visto nei giorni scorsi, il governo ha confermato la proroga al 1° gennaio 2019 dell’obbligo di fatturazione elettronica per i benzinai nei confronti dei soggetti titolari di partita IVA, mentre è rimasto l’obbligo a partire dal 1° luglio per prestazioni rese dai subappaltatori della filiera delle imprese nei confronti dell’appaltatore principale sul versante degli appalti pubblici, nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture concluso con un’amministrazione pubblica.

I dubbi operativi per l’applicazione della fatturazione elettronica tra privati sono ancora molti, quindi l’Agenzia delle Entrate, come aveva anticipato con la circolare n. 8/E/2018, ha pubblicato una circolare che cerca di chiarirne alcuni, la circolare n. 13/E 2018, che dà risposta ai quesiti emersi dal confronto con Associazioni di categoria e singoli contribuenti.

Con il provvedimento dello scorso 30 aprile (e relativo allegato A) e con la Circolare 30/04/2018 n. 8/E l’Agenzia delle Entrate ha fornito le “Regole tecniche per l’emissione e la ricezione delle fatture elettroniche per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato (…), nonché per la trasmissione telematica dei dati delle operazioni di  cessione di beni e prestazioni di servizi transfrontaliere (…)”.

I nuovi chiarimenti riguardano i seguenti aspetti:

Tipologie di carburante interessate dalla fatturazione elettronica
Ambito soggettivo dell’obbligo di fatturazione elettronica
Termini di trasmissione delle e-fatture al Sistema di interscambio
Modalità di inoltro di una fattura scartata
Fatturazione elettronica e appalti
– Modalità di registrazione e conservazione.

Leggi qui il testo completo della Circolare 13/2018

Per quanto riguarda l’ambito di applicazione della fatturazione elettronica negli appalti, la circolare precisa che l’obbligo di emettere fattura elettronica (tramite il Sistema di Interscambio):

trova applicazione solo nei confronti di subappaltatori e subcontraenti per cui l’appaltatore abbia eseguito le comunicazioni previste dalla legge (in particolare, dal Codice degli Appalti)

– opera solo nei confronti di coloro che sono titolari di contratti di subappalto propriamente detto (eseguono direttamente una parte dello stesso) o rivestono la qualifica di subcontraente (coloro che per vincolo contrattuale eseguono un’attività nei confronti dell’appaltatore)

– non si estende ai rapporti in cui, a monte della filiera contrattuale, non ci sia un soggetto che faccia parte Pubblica Amministrazione;

– in caso di consorzio, non si estende ai rapporti consorzio-consorziate.

Leggi anche Proroga fattura elettronica per privati: obbligo solo per subappaltatori

Guida alla fatturazione elettronica tra privati

Guida alla fatturazione elettronica tra privati

Nicola Santangelo, 2018, Maggioli Editore

Il volume, rivolto prevalentemente a imprese e professionisti, consente di approcciarsi con maggiore consapevolezza alle tematiche correlate alla fatturazione elettronica, sia fornendo un adeguato livello di conoscenza tecnico-normativa della materia, sia guidando l’operatore attraverso la...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here