Per comprendere i tipi di contenuti disponibili, osserviamo come vengono creati i diversi tipi di contenuto per le librerie di contenuti. In questo esempio, utilizzeremo MEPcontent.

Creazione di contenuti

Su richiesta dei produttori o dei progettisti MEP che necessitano di contenuti per i loro progetti BIM, diversi tipi di file vengono resi disponibili sulla piattaforma MEPcontent e, in alcuni casi, per le app MEP, come i nostri plug-in per Revit e AutoCAD. L’immagine seguente illustra il processo di creazione del contenuto su MEPcontent e l’output nei diversi tipi di file:

Dunque, cosa avviene esattamente? In sostanza, si creano contenuti. Il cuore del processo di creazione dei contenuti è il PLS, ovvero il Product Line Sheet (scheda di linea del prodotto). Il PLS rappresenta una panoramica dei dati in Excel e fornisce tutti i parametri e i dettagli rilevanti come dimensioni, costi, numeri degli articoli, deeplink e molte altre informazioni sulle famiglie di contenuti. Oltre ai file PLS, è possibile creare oggetti BIM direttamente in formati di file quali DWG per AutoCAD, RFA per Revit e il formato IFC indipendente da piattaforma.

I tipi di contenuti possono quindi essere suddivisi in due categorie:

Contenuti del produttore

Questo tipo di contenuto viene fornito al team MEPcontent dal responsabile BIM o dal product manager del produttore in molteplici formati. Questi contenuti vengono raffrontati all’EMCS (Extended MEPcontent Standard).  L’EMCS consente ai produttori e agli utenti dei contenuti che stanno lavorando con contenuti di piccole dimensioni contenenti di ottenere informazioni accurate per la creazione di elenchi di distinte base, set prefabbricati e calcoli di esecuzione.

Contenuti generici

Oltre alle richieste dei produttori, la fabbrica di contenuti soddisfa anche le richieste dirette di ingegneri e progettisti con l’offerta di contenuti generici. Si tratta di contenuti privi di link a un produttore specifico; questi contenuti possono essere utilizzati gratuitamente. Ciò è utile quando un progetto richiede contenuti generici o nel caso in cui determinati oggetti non siano stati forniti dai produttori. Ad esempio quando si tratta di vasi di espansione, valvole, placche da muro o condotti.

Come sfruttare al massimo i contenuti BIM

Poter accedere ai contenuti BIM è ottimo, tuttavia, scaricare le famiglie, salvarle nella cartella di progetto corretta e aggiornare il modello con nuovi contenuti richiede ancora un lavoro manuale impegnativo.  Una parte di questa attività manuale può ora essere gestita utilizzando app (gratuite) per Revit o AutoCAD. Queste app possono rappresentare un valido supporto per la progettazione di un impianto specifico, come ad esempio un sistema di tubazioni o un impianto di scarico oppure per il posizionamento di valvole. L’app si collega automaticamente al database di MEPcontent e presenta il contenuto pertinente in modo visivamente efficace: in questo modo sarete sempre al corrente di quanto state facendo e degli elementi posizionati senza dover lasciare l’ambiente di progettazione Revit o AutoCAD.

Restate aggiornati
Se desiderate essere aggiornati sui nuovi contenuti, vi invitiamo a creare un account gratuito su MEPcontent. Oltre ai video informativi che illustrano come utilizzare i contenuti delle app sono disponibili anche alcuni webinar mensili (BIM Insight Sessions) sulle ultime tendenze MEP. Si tratta di risorse utilissime per imparare a sfruttare al massimo i vostri contenuti BIM. Buona fortuna per il vostro progetto!


Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here