Nei progetti costruttivi, l’approccio sempre più diffuso prevede la progettazione, la costruzione, la manutenzione e la gestione. Ciò significa che oltre al progetto e alla realizzazione l’appaltatore è responsabile anche della manutenzione della costruzione realizzata per un determinato periodo di tempo. In questi progetti, i modelli BIM arricchiti con dati specifici possono offrire un aiuto prezioso. Ecco come i progettisti MEP utilizzano in modo efficiente il modello BIM in tutte le fasi del progetto, dalla progettazione alla manutenzione.

Progetto: da generico a specifico

Nella fase di progettazione, i progettisti vanno da un modello generico (2D o 3D generico) a uno specifico (3D specifico) a un modello dettagliato (3D con contenuti dettagliati).  All’inizio della fase di progettazione, si utilizzano i contenuti generici, adatti a un progetto strutturale utilizzato ad esempio per l’occupazione dello spazio. Ad esempio, per un impianto meccanico in questa fase viene progettato l’impianto, e viene creato uno schema di tubi e strumenti (Piping & Instrumentation Diagram, P&ID).

Schema meccanico

Il modello 3D specifico

Nel corso del progetto si chiariscono sempre più dettagli tecnici e il modello può essere portato a un livello più alto, creando un modello 3D specifico. Nell’esempio dell’impianto meccanico, le informazioni dello schema P&ID sono utilizzate per progettare un modello 3D specifico. I tubi e i raccordi da installare sono determinati dallo schema. Ora il modello può essere utilizzato per una stima dei costi più accurata e un rilevamento dei conflitti, in modo da definire la disposizione principale dell’edificio.

Un modello 3D specifico

Dettaglio e dati specifici del costruttore

Infine, il modello specifico viene sviluppato in un modello dettagliato arricchito a esempio con dati specifici del costruttore, parametri di calcolo e dati di manutenzione. Nell’esempio dell’impianto meccanico, i raccordi e i tubi sarebbero arricchiti con altri dati o (se necessario) con contenuti con un livello più elevato di dettagli grafici. Questa è detta la fase di dettaglio.

Costruzione: l’importanza delle informazioni

Quando si realizza il progetto è essenziale disporre delle informazioni corrette nella fase di costruzione, preparata durante la fase di progettazione. Prendiamo come esempio i disegni dei prefabbricati. Un modello 3D progettato correttamente è la fonte ideale per estrarre disegni di lavoro dettagliati. Un altro esempio sono i vari nuovi modi in cui i dati del modello 3D possono essere resi disponibili nel cantiere, come i tablet, i dispositivi di realtà aumentata o l’uso delle postazioni laser per determinare le posizioni (ad es. delle staffe).

Manutenzione e gestione: i vantaggi del modello 3D

Anche nella fase di gestione e manutenzione l’appaltatore trae vantaggio dagli investimenti nel modello 3D. Per esempio, il modello può essere utilizzato per sviluppare un piano di manutenzione pluriennale. Si possono inoltre identificare facilmente le parti che necessitano di manutenzione. Inoltre, le eventuali modifiche dell’impianto possono essere simulate e calcolate nel modello 3D prima di venire applicate.

Le informazioni giuste nella fase giusta

Arne Koelewijn, consulente BIM presso Stabiplan BV

Creando un modello BIM generico e arricchendolo gradualmente, le informazioni possono essere utilizzate in modo ottimale in ogni fase del progetto. Ciò permette di creare un flusso di lavoro efficiente, dando come risultato progetti di alta qualità che possono essere gestiti in modo ancora migliore in termini di tempo e denaro. Con questo tipo di progetti, tutte le parti coinvolte possono trarre vantaggio dalle informazioni reperibili nel modello anche durante e dopo la costruzione.


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here