cumulo pensioni

Aggiornamento del 17 marzo. A seguito dell’accordo Inps-Inarcassa, la cassa degli Architetti e degli Ingegneri ha liquidato ad aprile i primi 8 trattamenti di pensione in cumulo: 5 di vecchiaia ordinaria e 3 di vecchiaia anticipata.

Mercoledì 28 marzo, l’assemblea dei presidenti delle Casse dei professionisti ha approvato lo schema di convenzione sulle pensioni in cumulo. Lo schema era stato moficiato modificato in seguito agli accordi con l’Inps. “Prima si soddisfano le legittime esigenze degli aventi diritto e poi, valutando insieme l’andamento delle pratiche, si determina cosa spetta, e a chi, nel rispetto delle leggi vigenti, relativamente agli oneri di gestione” dice il presidente dell’Adepp Alberto Oliveti.

Cumulo pensioni: ok, si parte

Pubblichiamo gli stralci principali della lettera dell’Inps. “L’Inps, al fine di evitare penalizzazioni per i lavoratori mobili in ambito pensionistico, nel corso dell’ultimo anno si è molto impegnato sia per trovare un’interpretazione capace di sbloccare l’attuazione della legge sul cumulo, sia per trovare un punto d’incontro con le Casse professionali private al fine di dare attuazione alla legge.

Cumulo pensioni ok.. ma come funziona?

“(..) In linea col testo proposto la scorsa settimana alle Casse dall’Inps, gli oneri sostenuti per le procedure amministrativo-contabili necessarie per l’erogazione delle prestazioni saranno divisi in base alla quota di pensione erogata da ciascun ente. In particolare, il testo rimette a una commissione di esperti, designati pariteticamente dalle parti ed integrati con un componente indicato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed uno indicato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, la determinazione dell’importo da ripartire, fermo restando l’immediato rimborso analitico delle commissioni bancarie sostenute.

Il nuovo testo di convenzione sottoscritto permette da subito di sbloccare le lavorazioni delle domande già pervenute per procedere ai pagamenti delle pensioni in cumulo, mentre le parti potranno risolvere il problema della spartizione degli oneri amministrativi in un secondo momento, senza che ciò abbia ulteriori ripercussioni sui professionisti coinvolti. Le prime liquidazioni sono previste entro Pasqua e i relativi pagamenti a partire dal 20 aprile”.

L’Inps si aspetta che nelle arrivino le sottoscrizioni anche da parte delle altre Casse Professionali.

Ti potrebbe interessare Cumulo dei contributi: come funziona per Inarcassa


Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here