sostituzione infissi

La risposta è SI. Tra gli interventi che costituiscono valido presupposto per poter accedere al bonus mobili, detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni) per l’arredo di un immobile oggetto di ristrutturazione, rientra anche la sostituzione di infissi esterni, con la modifica del materiale o con una nuova tipologia di infisso (intervento che, di per sé, dà diritto alla detrazione per recupero edilizio).

A prescindere dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, il bonus mobili deve essere calcolato su un importo massimo di 10mila euro. La detrazione è ripartita in dieci quote annuali di pari importo.

Il Bonus Mobili 2018 in dettaglio

Nella Legge di Bilancio 2018 c’è la proroga di 1 anno (per tutto il 2018) della detrazione 50% per le ristrutturazioni edilizie e per il bonus mobili ed elettrodomestici, sempre al 50%. Per le ristrutturazioni, i lavori possono essere fatti fino a 96 mila euro di spesa per unità immobiliare. La spesa detraibile per i mobili è invece al massimo di 10.000 euro. Le spese sostenute nel 2018 per l’acquisto di mobili sono detraibili solo se i lavori sono iniziati dopo il 1° gennaio 2017. Leggi lo speciale sul Bonus Mobili e Arredi 2018.

Legge di Bilancio 2018: tutte le novità per i professionisti

Legge di Bilancio 2018: tutte le novità per i professionisti

2017, Maggioli Editore

Guida pratica in forma ebook che illustra tutte le novità contenute nel testo definitivo della Legge di Bilancio 2018 presentato in Parlamento lo scorso 31 ottobre.La Manovra vale complessivamente 20,4 miliardi di euro e punta alla crescita con il sostegno agli investimenti e...




Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here