Domande sul bonus casa

Le detrazioni del Bonus Casa legate alle ristrutturazioni edilizie e al risparmio energetico (ecobonus) sono regolamentante dall’articolo 16-bis del TUIR e poi riequilibrate dalla prassi e dalle guide che vengono di anno in anno pubblicate dall’Agenzia dell’Entrate. Un quesito pubblicato su Pmi.it ci è sembrato così interessante da volerlo riproporre qui. Riguardava il numero di immobili per cui si possono richiedere le detrazioni e chi si deve intestare il bonifico.

Bonus casa: ci sono limiti nel numero di immobili?

Non ci sono limiti al numero di immobili per i quali si possono chiedere agevolazioni fiscali sulla casa. Si possono richiedere più agevolazioni contemporaneamente nello stesso anno di imposta, purché vengano rispettati tutti i requisiti richiesti.

Intestatari del bonifico

Se si vogliono portare in detrazione gli importi spesi per i lavori, fatture e bonifici devono essere intestati al contribuente che spende i soldi, in sostanza. Per richiedere la detrazione, basta essere titolari di diritti reali o di godimento sull’immobile e essere intestatari delle fatture e dei bonifici di pagamento. Il lettore usufruttuario può dunque richiedere le detrazioni.

La spesa tramite bonifico del coniuge non rende riconoscibile le detrazioni.

Consigli per gli acquisti

Legge di Bilancio 2018: tutte le novità per i professionisti

Legge di Bilancio 2018: tutte le novità per i professionisti

2017, Maggioli Editore

Guida pratica in forma ebook che illustra tutte le novità contenute nel testo definitivo della Legge di Bilancio 2018 presentato in Parlamento lo scorso 31 ottobre.La Manovra vale complessivamente 20,4 miliardi di euro e punta alla crescita con il sostegno agli investimenti e...




Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here