guida delle entrate al bonus mobili

È online sul sito delle Entrate la guida aggiornata sul Bonus mobili ed elettrodomestici. Sullo stesso tema l’Agenzia ha pubblicato nei giorni scorsi anche l’infografica. Il bonus, prorogato a tutto l’anno in corso dalla recente legge di bilancio (legge n. 205/2017), è riconosciuto per gli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici destinati ad arredare un immobile ristrutturato. Per i mobili e gli elettrodomestici acquistati nel 2018, l’agevolazione potrà essere richiesta solo da chi ha realizzato un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato dal 1° gennaio 2017.

La Legge di Bilancio 2018 non ha introdotto novità sui beni agevolabili, sulle tipologie di interventi che danno diritto all’agevolazione, sulle modalità di pagamento e sulla documentazione da conservare. Il Bonus mobili consiste, come negli anni scorsi, in una detrazione Irpef del 50%, da calcolare su una spesa massima di 10mila euro per unità immobiliare e da dividere in dieci quote annuali uguali.

Bonus mobili, le tempistiche di acquisto e intervento

Occorre, come si diceva, aver realizzato un intervento di recupero del patrimonio edilizio e usufruire della relativa detrazione, sia su una singola unità immobiliare sia su parti comuni di edifici residenziali. La data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione deve essere precedente a quella in cui si comprano i beni. Non è importante che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima degli acquisti degli immobili.

Leggi lo speciale sul Bonus Mobili 2018


Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here