Riprendiamo un articolo uscito su Edilizia e Territorio l’8 gennaio e facciamo un attimo il punto sul Sismabonus. Il 2017 non ha rivelato le reali potenzialità della detrazione. Il 2018 è l’anno in cui il Sismabonus passa alla prova del nove: i proprietari saranno in grado di capitalizzare i vantaggi della detrazione? Uno dei punti più critici sta nel fatto che i lavori di messa in sicurezza comportano spese consistenti e facilmente si superano i 30.000 euro a unità.

Sismabonus: tutte le caratteristiche

La detrazione è valida fino al 31 dicembre 2021 ed è dedicata alla messa in sicurezza antisismica delle case e degli edifici produttivi in zona sismica 1, 2 e 3. Nelle unità abtative singole, si parte da una base del 50%, che cresce al 70% o all’80% se si certifica il miglioramento di una o due classi sismiche. Resta esclusa la zona 4, per la quale c’è il bonus del 50%, che scade a fine 2018. A queste percentuali va aggiunto un 5% per i lavori su parti comuni degli edifici. La detrazione può essere recuperata in cinque anni.

La Legge di Bilancio 2018 ha poi introdotto uno sconto ulteriore per le operazioni combinate di messa in sicurezza ed efficientamento energetico in condominio, pur sempre in zona 1, 2 e 3, fino al 2021: la detrazione è dell’80% (se si migliora di una classe di rischio) o dell’85% (se si migliora di due classi) e la spesa massima sale a 136.000 euro per ciascuna unità.

Il Sismabonus è composto da un decreto, le linea guida e un modello di asseverazione degli interventi. La Legge di Bilancio, però, non ha risolto il problema dei grandi edifici composti da una sola unità come capannoni, ville e cascine, per i quali il tetto di 96mila euro è spesso insufficiente.

Ti potrebbe interessare

Legge di Bilancio 2018: tutte le novità per i professionisti

Legge di Bilancio 2018: tutte le novità per i professionisti

2017, Maggioli Editore

Guida pratica in forma ebook che illustra tutte le novità contenute nel testo definitivo della Legge di Bilancio 2018 presentato in Parlamento lo scorso 31 ottobre.La Manovra vale complessivamente 20,4 miliardi di euro e punta alla crescita con il sostegno agli investimenti e all’occupazione,...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here