Home Ambiente Bonifica amianto, 6 milioni per gli edifici pubblici: come fare domanda

Bonifica amianto, 6 milioni per gli edifici pubblici: come fare domanda

Le domande saranno aperte dal 30 gennaio al 30 aprile 2018 e il fondo è di 6 milioni

131
Credito dì'imposta per rimozione amianto

È stato pubblicato il bando 2017 (che stanzia le risorse previste dal DM 21 settembre 2016) per la progettazione degli interventi di bonifica amianto per gli edifici pubblici: le domande saranno aperte dal 30 gennaio al 30 aprile 2018 e il fondo è di 6 milioni. Finanzieranno la progettazione preliminare e definitiva degli interventi.

Il DM 21 settembre 2016 ha stanziato 17,5 milioni di euro, dicisi su tre anni:
– 5,536 per il 2016 (già assegnati ai sensi del bando analogo pubblicato lo scorso anno),
6,018 milioni di euro per il 2017,
– 6,018 milioni di euro per il 2018.

Sarà data priorità alla bonifica degli edifici situati nelle vicinanze di scuole, asili, parchi gioco, ospedali e impianti sportivi.

Bonifica Amianto da edifici pubblici: come fare domanda

  • Registrarsi
    Gli Enti devono registrarsi sul portale del Ministero dell’Ambiente a partire dal 20 dicembre 2017 (oggi)
  • Inviare la documentazione tecnica
    gli Enti dovranno inserire la documentazione tecnica, dal 30 gennaio 2018 fino al 30 aprile 2018.
  • Relazione tecnica
    Le richieste di finanziamento dovranno essere accompagnate da una relazione tecnica asseverata da professionista abilitato.

Il fondo è destinato alla progettazione preliminare e definitiva di interventi di rimozione e smaltimento dell’amianto, anche previo trattamento in impianti autorizzati. Ogni Ente potrà presentare solo uno richiesta di finanziamento per la progettazione di un singolo intervento che potrà riguardare uno o più edifici. In ogni caso, il limite complessivo ammonta a 15 mila euro.

Bonifica amianto edifici pubblici: spese escluse dal finanziamento

– le spese per la progettazione di interventi di ripristino, realizzazione di manufatti sostitutivi e la loro messa in opera;
–  le spese di acquisto di beni, mezzi e materiali sostitutivi e loro messa in opera;
– gli incarichi di progettazione preliminare e definitiva già conferiti al momento dell’ammissione al finanziamento;
– la progettazione di interventi realizzati prima della pubblicazione del bando o prima del ricevimento della comunicazione scritta di concessione del contributo richiesto.

Consigli di lettura

Bonifica Amianto: le procedure per gli interventi e le detrazioni

Bonifica Amianto: le procedure per gli interventi e le detrazioni

D. Galfré, 2017, Maggioli Editore

L'ebook è una guida operativa alle pratiche necessarie e alle detrazioni fiscali relative agli interventi di bonifica dell'amianto da abitazioni, uffici, capannoni e manufatti edilizi in genere. Nell'opera sono illustrate le istruzioni per la corretta procedura da seguire per le...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here