autocertificazioni CFP per gli ingegneri

Dal 19 dicembre 2017 (domani) fino al 31 marzo 2018, gli ingegneri potranno autocertificare solo su www.mying.it la formazione professionale per i 15 crediti CFP informali svolta nel 2017. Il modello è lo stesso del 2016 e le modalità di invio sono indicate nell’Allegato alla circolare 161, con la quale il CNI ha dato la comunicazione agli ingegneri iscritti.

I 15 CFP vengono assegnati per l’aggiornamento informale svolto nella propria attività, sia per i liberi professionisti o sia per i dipendenti. Le singole attività di aggiornamento effettuate nell’anno oggetto di autocertificazione andranno descritte con tutti i riferimenti, in modo da consentirne la verifica.

Autocertificazione 15 CFP informali: come fare

Per accedere alla sezione dell’autocertificazione di mying.it devi essere in possesso delle credenziali di accesso che ti permettano la login. Una volta effettuata la login, vai nella sezione “Autocertificazioni” del menù principale e clicca su “Procedi alla compilazione” che si trova sotto alla scritta “Nuova autocertifcazione 15 CFP per attività svolte nel 2017”. Dopo aver compilato tutti i campi, clicca su “Conferma” e aspetta che compaia la risposta “Istanza inviatra correttamente”. Alla tua mail verrà inviata la copia dell’autocertificazione. Puoi visualizzare la copia dell’autocertificazione su mying.it nella sezione “Autocertificazione” e su “Apri”.

Fino al 31 marzo puoi modificare o eliminare la richiesta inviata, cliccando su “Autocertificazione” poi “Nuova autocertifcazione 15 CFP per attività svolte nel 2017”, “modifica” o “elimina”. Se elimini l’istanza e vuoi compilarne una nuova, clicca su “Procedi alla compilazione”.

Autocertificazione CFP formali

Sempre a partire da domani si può inoltrare istanza di riconoscimento dei CFP formali per le attività svolte nel 2017. Bisogna compilare il modello cliccando su “Richiedi CFP Formali” disponibile nella pagina “Autocertificazioni” di mying.it.

Il riconoscimento del CFP Formali si potrà richiedere per le seguenti attività svolte nel 2017:
– partecipazione a commissioni o gruppi di lavoro,
– concessione brevetti,
– pubblicazioni ed articoli,
– commissioni esame di stato.


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here