il bonus mobili non ci sarà più nel 2018

Aggiornamento del 24 ottobre: il Bonus mobili è stato prorogato al 2018. Non cambia nulla: si può ottenere in un contesto di lavori di ritrutturazioni, al 50% sull’Irpef, detrazione in 10 anni, bonifico parlante obbligatorio. La proroga alla fine è arrivata: leggi l’articolo con le ultime novità sul Bonus Mobili.
**

In questi giorni stiamo scrivendo tanto della Manovra finanziaria 2018, all’interno della quale sono contentute tutte le novità per l’anno 2018 a livello di pressione fiscale, IVA, investimenti, misure per la crescita, eccetera. Si tratta della legge di bilancio, detta anche semplicemente Finanziaria. Tra l’altro, è già stato pubblicato in Gazzetta Uffiiale il Decreto Fiscale, collegato alla Manovra Finanziaria.

All’inizio di questa settimana il Governo aveva anticipato i contenuti della Manovra 2018, scendendo piuttosto nello specifico. Questa legge di Bilancio contiene anche i Bonus per la casa per il prossimo anno. A proposito di detrazioni fiscali per la casa, qualcosa cambia, qualcosa rimane uguale. Il Bonus ristrutturazioni rimane identico per tutto il 2018: detrazione 50% in dieci anni per gli interventi di ristrutturazione, con bonifico parlante.

Quello che cambia è l’Ecobonus, cioè la detrazione 65% per gli interventi di efficienza energetica degli edifici, sempre in dieci anni e sempre con il bonifico parlante. Rimane valido per le case singole per tutto il 2018 e per i condomini (al 70 e al 75%) fino al 2021. Ci sono però alcuni interventi per i quali non valgono più le vecchie percentuali di detrazione, ma scendono al 50%. E sono: sostituzione di infissi, schermature solari, impianti di climatizzazione invernale tramite caldaie a condensazione e a biomassa. Si tratta degli interventi che hanno generato spesa ma che non fanno sfare un grande salto in termini di efficientamento energetico dell’involucro. A questo punto ci viene un dubbio: la sostituzione degli infissi non migliora il risparmio energetico? Ci sembrava di si.

Tra i Bonus fiscali per la casa, è stato cancellato completamente il Bonus Mobili. L’anno scorso era scomparso il Bonus 50% per le giovani coppie che compravano gli arredi in un contesto di ristrutturazione (questa era la guida delle Entrate), quest’anno quel Bonus 50% per l’acquisto di mobili in un contesto di ristrutturazione è scomparso per tutti. Cancellato dalla Manovra 2018. Morto (qui c’era la guida delle Entrate aggiornata a gennaio 2017) Era stato inserito qualche anno fa e la sua vita è sempre stata incerta anche se ha suscitato molto interesse. L’importo massimo di spesa era 10.000 euro in aggiunta al massimale di spesa di 96.000 per la ristrutturazione.

Che sia chiaro: per le spese sostenute quest’anno (fino al 31/12/2017) il Bonus Mobili rimane. Scompare per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2018.

Il Bonus mobili è in realtà il motore che l’industria italiana dell’arredo ha usato per far ripartire la domanda interna. Il Bonus mobili è stato in grado di irrobustire le 79.000 aziende del comparto, alle prese con i competitor esteri che lavorano molto ma sono un po’ incerti. Dopo il +2,1% del 2016 e un più flebile 1,5% stimato per il 2017, la ripresa del mercato italiano deve consolidarsi ma è certa.

Nel 2016 l’export del settore arredamento, a fronte di un aumento medio modesto (+1,2%), ha osservato valori di crescita significativi in Francia (+4,9%), Stati Uniti (+8,8%), Spagna (+8,5%), Cina (+21,9%). Secondo FederlegnoArredo, le agevolazioni fiscali hanno già avuto un primo impatto positivo negli anni scorsi. Contribuendo a ridare ossigeno a un comparto che dà lavoro a 320.000 addetti e che fattura 41 miliardi di euro. Perchè quindi uccidere il Bonus Mobili?

Neanche il Bonus Verde è dentro alla prima bozza della Manovra 2018. Ma è sicuro che nella prossima bozza ci saranno, perchè il Governo è stato abbastanza chiaro, soprattutto sul Bonus Verde: entrerà in vigore dal 1° gennaio 2018. Anche sul Bonus Mobili il Governo è stato chiaro, ma in senso negativo: verrà cancellato. Per cui non ci sono troppe possibilità che nella Manovra 2018 venga prorogato.

Ti potrebbe interessare

L’ebook sarà aggiornato con il testo definitivo pubblicato in Gazzetta Ufficiale a fine anno e per chi lo acquista adesso sarà possibile scaricare gratuitamente la versione aggiornata.

Legge di Bilancio 2018: tutte le novità per i professionisti

Legge di Bilancio 2018: tutte le novità per i professionisti

2017, Maggioli Editore

Guida pratica in forma ebook che illustra tutte le novità contenute nel testo definitivo della Legge di Bilancio 2018 presentato in Parlamento lo scorso 31 ottobre.La Manovra vale complessivamente 20,4 miliardi di euro e punta alla crescita con il sostegno agli investimenti e...




1 COMMENTO

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here