Home Edilizia Visura catastale on line: istruzioni per l’uso

Visura catastale on line: istruzioni per l’uso

È attivo, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, il nuovo servizio per la consultazione degli atti e dei documenti catastali informatizzati

731

Le visure catastali si possono visualizzare direttamente on-line. È attivo, infatti, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, il nuovo servizio “Visura catastale telematica” che consente la consultazione degli atti e dei documenti catastali informatizzati (in formato pdf). Il servizio permette di acquisire i dati identificativi e reddituali dei beni immobili (terreni e fabbricati), i dati anagrafici delle persone, fisiche o giuridiche, intestatarie dei beni immobili e i dati grafici dei terreni (mappa catastale). Per utilizzare il servizio di visura catastale telematica è necessario essere registrati ai servizi finanziari online di Poste Italiane S.p.A..

Per poter accedere alle visure catastali con “Visura catastale telematica” è necessario registrarsi ai servizi finanziari online di Poste Italiane, che consentono di effettuare il pagamento telematico del servizio.

A quali documenti si può accedere

Tramite questo servizio è possibile la ricerca su tutto il territorio nazionale (escluse le province autonome di Trento e Bolzano) di:

  • visure attuali per soggetto ovvero solo gli immobili su cui il soggetto cercato sia l’attuale titolare di diritti reali (per il momento non è previsto il rilascio della visura per soggetto storica). Si può fare una ricerca per persone fisiche e per persone giuridiche indicando il codice fiscale o l’anagrafica completa. Bisogna comunque definire l’ambito della consultazione, specificando il tipo di Catasto (fabbricati, terreni o entrambi) e il territorio di interesse (singolo comune o intera provincia).La ricerca, comunque, restituirà:
  • visure attuali o storiche, di un immobile (censito al catasto dei Terreni o al Catasto dei Fabbricati), impostando la ricerca attraverso gli identificativi catastali;
  • visure della mappa, di una particella censita al Catasto dei Terreni, impostando la ricerca attraverso gli identificativi catastali.

Leggi anche Riforma del Catasto: nuove rendite catastali nel nuovo ddl

Quanto costa

Le informazioni catastali sono accessibili a tutti, ad eccezione della consultazione delle planimetrie riservata esclusivamente agli aventi diritto sull’immobile o ai loro delegati. Per ogni visura l’importo dovuto a titolo di tributo speciale catastale è calcolato applicando la tariffa vigente diminuita del 10%, in quanto riferita a visure erogate per via telematica, e aumentata del 50%, trattandosi di visure fornite non su base convenzionale.

Nel dettaglio, nel caso di visura per soggetto, l’importo è di 1,35 euro per ogni 10 unità immobiliari (o frazione di 10). Se si tratta di una visura attuale o storica, per immobile, l’importo è di 1,35 euro, infine per la visura della mappa, l’importo è di 1,35 euro (a tali importi vanno poi aggiunte le commissioni applicate da Poste Italiane, calcolate in base allo strumento di pagamento utilizzato).

DOCFA 4.00.3 e il catasto fabbricati

DOCFA 4.00.3 e il catasto fabbricati

I. Milazzo, 2016, Maggioli Editore

L’acronimo DOCFA non è altro che l’abbreviazione di DOcumento Catasto FAbbricati. Sono passati ben venti anni da quando uscì la prima versione DOCFA 1.0 trasmessa agli uffici in data 12 novembre 1996 e l’Agenzia del Territorio ha fatto da allora...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here