ll Comitato Nazionale dei Delegati di Inarcassa ha approvato la proposta di modifica del Regolamento Elettorale che comporta il passaggio al voto on line con seggio unico. In breve, lo scopo principale è quello di accrescere la partecipazione degli iscritti alle elezioni e della vita associativa della Cassa. Difficile ottenere questo risultato attraverso il voto on line, ma il tentativo è lodevole. Il provvedimento approvato deve adesso passare dai ministeri vigilanti.

Un altro fine del voto on line e del seggio unico è assicurare il contenimento dei costi: la corrispondenza viene trasformata da cartacea a elettronica. Il voto on line consente infine di gestire l’adozione di modifiche per risolvere problematiche interpretative e gestionali, in modo da ridurre anche i contenziosi.

Voto on line a Inarcassa: rivoluzione?

Secondo il Presidente Giuseppe Santoro è una “svolta epocale” che pone Inarcassa all’avanguardia nel rispetto dei principi di democraticità e uguaglianza. Il percorso per costruire il progetto è stato lungo e difficile ma ora, continua Santoro,  “oltre a offrire massima trasparenza delle operazioni e assoluta segretezza, consente migliori possibilità di controllo, sia preventivo che successivo, degli strumenti impiegati per le operazioni e delle relative espressioni di voto”.

Inarcassa, cumulo gratuito: il problema rimane

Cumulo gratuito > aumento dei contributi. Se il voto on line porta a un contenimento dei costi, il cumulo gratuito porterà probabilmente a un aumento dei contributi. Interessa circa 65 mila tra ingegneri e architetti: le prime stime di Inarcassa sull’impatto sui propri bilanci dovuto al cumulo gratuito dei contributi versati in gestioni diverse potrebbe portare all’aumento dei contributi.

Nella foto: Louis-Charles-Auguste Couder, Apertura degli Stati generali il 5 maggio 1789


Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here