La progettazione in materia di lavori pubblici si articola su più livelli successivi: studio di fattibilità tecnica ed economica, progetto preliminare, progetto definitivo e progetto esecutivo. Una volta definita la fattibilità tecnica ed economica di un progetto, per lo sviluppo del progetto esecutivo o, se è posto a base di gara, per lo sviluppo del progetto definitivo, deve essere redatto un Capitolato speciale d’appalto che costituirà allegato allo schema di contratto.

L’Art. 137 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 (che sostituisce l’Art. 110 D.P.R. n. 554/99) definisce i documenti facenti parte integrante del Contratto d’appalto, gli unici documenti a cui fare riferimento in caso di contestazioni e controversie tra le parti. Il comma 1 del suddetto articolo cita: “Sono parte integrante del contratto, e devono in esso essere richiamati:
a) il capitolato generale, se menzionato nel bando o nell’invito;
b) il capitolato speciale;
c) gli elaborati grafici progettuali e le relazioni;
d) l’elenco dei prezzi unitari;
e) i piani di sicurezza previsti dall’articolo 131 del codice;
f) il cronoprogramma;
g) le polizze di garanzia.

Il comma 3 inoltre specifica che “possono anche non essere materialmente allegati, fatto salvo il capitolato speciale e l’elenco prezzi unitari, purché conservati dalla stazione appaltante e controfirmati dai contraenti”.

Cos’è il Capitolato

Il Capitolato è un documento tecnico che definisce le regole del rapporto tra Committente ed Impresa, viene solitamente allegato a un Contratto d’appalto che vi fa riferimento e delinea le specifiche tecniche ed i costi dei lavori che andranno ad eseguirsi per mezzo del contratto stesso.

Capitolato Generale e Capitolato Speciale

Si distinguono il Capitolato Generale dello Stato e il Capitolato Speciale, trattati all’Art. 138 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207.

Il Capitolato Generale dello Stato, obbligatorio per gli appalti affidati dalle pubbliche amministrazioni, è un documento, valido a livello nazionale, che regola i rapporti tra committente ed appaltatore mediante norme obbligatorie per l’esecuzione dei lavori e riguardano:
a) l’elezione del domicilio dell’esecutore;
b) le modalità di indicazione delle persone autorizzate a riscuotere per conto dell’esecutore;
c) le norme di condotta dei lavori da parte dell’esecutore;
d) la disciplina e il buon ordine nei cantieri;
e) le spese di contratto di registro e accessorie;
f) la provvista e provenienza dei materiali;
g) le responsabilità e gli obblighi dell’esecutore per i difetti di costruzione;
h) la durata giornaliera dei lavori;
i) la proprietà degli oggetti trovati e dei materiali di demolizione.

Il Capitolato Speciale è un documento che viene compilato da un tecnico competente per un ente pubblico o anche per un’impresa privata; per la sua compilazione si fa riferimento al Capitolato Generale dello Stato e comprende i lavori, le prestazioni, le forniture e le provviste necessarie per dare il lavoro completamente compiuto e secondo le condizioni stabilite, con le caratteristiche tecniche, qualitative e quantitative previste dal progetto con i relativi allegati, dei quali l’appaltatore dichiara di aver preso completa ed esatta conoscenza.

Per l’assegnazione di appalti pubblici è obbligatorio redigere il Capitolato Speciale, ma non per l’affidamento di lavori privati; tuttavia è sempre consigliabile richiederne la sottoscrizione al committente in quanto questo documento è necessario per garantire al committente stesso che i lavori che verranno eseguiti dall’impresa saranno portati a termine a perfetta regola d’arte e nei tempi prestabiliti; è tramite il Capitolato che è possibile tutelarsi in giudizio nel caso in cui insorgano eventuali controversie.

Per le opere private inoltre, redigere il Capitolato Speciale può essere d’aiuto per avere una stima economica dell’entità dell’opera ed un riferimento sui preventivi degli appaltatori.

Il Capitolato Speciale, insieme ai contratti, disciplina:
a) il termine entro il quale devono essere ultimati i lavori oggetto dell’appalto;
b) i presupposti in presenza dei quali il responsabile del procedimento concede proroghe;
c) le modalità di riscossione dei corrispettivi dell’appalto;
d) i limiti di riconoscimento dei danni da forza maggiore di cui all’articolo 166, comma 1, 83/179.

Il Capitolato Speciale è composto da due parti, la prima di carattere amministrativo e la seconda prettamente tecnica.

La prima parte del Capitolato Speciale contiene: oggetto dell’appalto, disciplina contrattuale, descrizione delle opere da realizzare, termini di consegna ed ultimazione dei lavori, disciplina economica dell’esecuzione dei lavori, condizioni da adottare per varianti dei lavori, subappalti e controversie, oneri ed obblighi diversi a carico dell’Appaltatore.

La seconda parte include: materiali e provviste, modalità di esecuzione delle opere, caratteristiche degli impianti e delle strutture oggetto dell’opera. Prima di redigere il capitolato sarà comunque necessario, dopo un’accurata analisi dei lavori occorrenti per la realizzazione dell’opera, stilare il computo metrico e l’analisi dei prezzi, che negli ultimi anni vengono svolti tramite computer con l’ausilio di software specifici sull’argomento.


Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here