Una mezz’ora intensa quella tra le 16 e le 16.30 di lunedì 19 giugno, il “click day” per l’invio delle domande di accesso ai fondi stanziati dall’Inail con i bandi Isi e Isi Agricoltura 2016, quando ben oltre 20mila utenti hanno inserito online il codice identificativo associato al loro progetto al termine della prima fase della procedura prevista dai due bandi.

Con il bando Isi Agricoltura si andranno ad assegnare 45milioni di euro per sostenere l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori e/o mezzi agricoli caratterizzati da soluzioni innovative per la riduzione del livello di rumorosità e del rischio infortunistico.

Più di 240 milioni di euro per la sicurezza

Invece con il bando Isi saranno messi a disposizione delle imprese (anche individuali) iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, incentivi a fondo perduto pari a 244.507.756 euro, per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Nello specifico saranno finanziati progetti di investimento, progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, progetti di bonifica da materiali contenenti amianto e progetti di micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.

Il contributo è pari al 65% dell’investimento previsto per ciascun progetto, fino a un massimo di 130mila euro (50mila euro nel caso dei progetti che rientrano nel nuovo asse di finanziamento per le micro e piccole imprese che operano in specifici settori di attività). Il contributo è cumulabile con i benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito.

I prossimi step

I finanziamenti saranno assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande. Gli elenchi di tutte le domande inoltrate, con evidenza di quelle collocate in posizione utile per essere ammesse al contributo, saranno pubblicati sul sito dell’Istituto.

A questo punto le aziende che si saranno collocate in posizione utile per il finanziamento per la realizzazione di progetti volti alla sicurezza sul lavoro, dovranno far pervenire all’Inail, entro e non oltre trenta giorni dal giorno successivo a quello di perfezionamento della formale comunicazione degli elenchi cronologici, la copia della domanda telematica e i documenti necessari per la specifica tipologia di progetto. Tutte le informazioni sul sito dell’Inail.

Il coordinatore per la sicurezza nel cantiere

Il coordinatore per la sicurezza nel cantiere

Danilo G.M. De Filippo, 2017, Maggioli Editore

Il ruolo del coordinatore per la sicurezza – ed in particolare quello per la fase di esecuzione dei lavori – da quando la c.d. “Direttiva Cantieri”, di radice comunitaria, ne ha tracciato il profilo giuridico, è stato oggetto di profonde...




Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here