In Italia non esiste un percorso formativo istituzionalizzato per la qualificazione della figura professionale del pittore edile. Bisogna quindi avviare l’attività normativa per definirla e qualificarla, per fornire garanzie al mercato e all’intera filiera delle costruzioni, aumentare il riconoscimento professionale e fornire un utile strumento al legislatore, in un’ottica di complementarità tra la normazione tecnica e il settore cogente.

Professione Pittore edile

La Commissione Prodotti, processi e sistemi per l’organismo edilizio (GL 31 “Figura professionale del pittore verniciatore, decoratore edile e applicatore di finiture”) invia dunque all’inchiesta preliminare il progetto UNI1603276 “Attività professionali non regolamentate – Pittore edile – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza”.

Il progetto stabilisce i requisiti relativi all’attività professionale del pittore edile, ossia del soggetto professionale operante nell’ambito dell’applicazione di sistemi di verniciatura, secondo il quadro europeo delle qualifiche (EQF). I requisiti sono indicati sia per consentire la valutazione dei risultati dell’apprendimento informale e non formale sia ai fini di valutazione di conformità delle competenze.

Recupero delle materie plastiche

Usando le miscele di materie plastiche eterogenee nei processi siderurgici si sottraggono quantitativi di materiali che sarebbero avviati a discarica o a processi di smaltimento di rilevanza per impatto ambientale. La SC 25 Recupero delle materie plastiche di UNIPLAST è interessato a sostituire la UNI 10667-17:2016 con il progetto UNI1603278 “Materie plastiche prime secondarie – Miscele di materie plastiche eterogenee provenienti da residui industriali e/o da materiali da post-consumo destinate a processi di riduzione in impianti siderurgici – Requisiti e metodi di prova” che si applica alle materie prime-secondarie ottenute dal riciclo di materie plastiche eterogenee provenienti da residui industriali e/o da materiali da post-consumo.

Il progetto definisce i requisiti e i metodi di prova delle miscele da usare come agenti riducenti in processi siderurgici.

Antincendio

UNI1603154 “Impianti fissi di estinzione antincendio – Componenti per impianti di estinzione a gas – Requisiti e metodi di prova per la compatibilità tra i componenti” è un progetto di norma dedicato all’anticendio di competenza del GL 08 “Sistemi e componenti ad agenti speciali” della Commissione Protezione attiva contro gli incendi che intende sostituire la UNI/TS 11512:2013.

Il progetto specifica i requisiti e descrive i metodi di prova per la compatibilità tra i componenti dei sistemi di estinzione incendi utilizzanti estinguenti gassosi, di cui alla UNI EN 15004-1, progettati e assemblati con componenti conformi alla parte pertinente della serie UNI EN 12094.

Bombole per il gas

Cinque i progetti della Commissione Recipienti per il trasporto di gas compressi, disciolti o liquefatti. Utilizzano le norme ISO 11119-1:2012, ISO 11119-2:2012 e ISO 11119-2:2012/Amd, ISO 11119-3:2013 i tre progetti UNI1603306, UNI1603307 e UNI1603308 in tema di progettazione, costruzione e prove delle bombole e tubi ricaricabili per gas in materiale composito.

I progetti definiscono bombole e tubi per gas rinforzati in materiale composito con fibre: avvolte circonferenzialmente fino a 450 l; completamente avvolti fino a 450 l con anima metallica che condivide il carico; completamente avvolti fino a 450 l con anima metallica che non condivide il carico o non metallica.

Il progetto UNI1603309 (adozione ISO 18172-1:2007) riguarda le bombole ricaricabili di acciaio inossidabile saldate e la loro pressione di prova. L’ultimo progetto UNI1603310 (adozione ISO 20703:2006) specifica i requisiti minimi per il materiale, la progettazione, la costruzione e lavorazione, i processi di produzione e le prove di fabbricazione delle bombole ricaricabili per gas saldate in lega di alluminio.

Raccordi meccanici per tubi di polietilene

Interessa il GL 08 “Raccordi” della Commissione Metalli non ferrosi il progetto UNI1603152 “Rame e leghe di rame – Raccordi – Raccordi meccanici per tubi di polietilene” sui raccordi meccanici per tubi di polietilene: specifica i requisiti minimi relativi alle caratteristiche tecniche e alle prestazioni dei raccordi meccanici di rame e leghe di rame con o senza rivestimento galvanico o non galvanico destinati a impieghi nel campo del trasporto del gas naturale e GPL.

Stabilimenti balneari di qualità

È di competenza del GL 22 “Turismo” della Commissione Servizi il progetto UNI1603280 “Stabilimenti balneariRequisiti per la sicurezza, qualità, fruibilità e sostenibilità dei servizi” che intende fornire agli operatori del settore turistico-balneare gli elementi necessari per impostare, gestire e verificare i servizi offerti, garantendo al cliente adeguati livelli di sicurezza, qualità, fruibilità e rispetto dell’ambiente circostante.


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here