Il Ministero delle Sviluppo Economico accelera l’attuazione del programma di riqualificazione energetica della Pubblica Amministrazione centrale (PREPAC), pubblicando “Linee guida alla presentazione dei progetti per il Programma per la Riqualificazione Energetica degli edifici della Pubblica Amministrazione Centrale PREPAC (D.M. 16 Settembre 2016 )”. Il documento, predisposto da ENEA e GSE, fornisce una vera e propria guida per l’identificazione e la definizione delle proposte progettuali da presentare nell’ambito dei programmi annuali PREPAC. Scarica le Linee Guida.

Il 15 luglio è la prossima scadenza per l’invio delle proposte di intervento per il 2017 da parte delle Pa interessate. A fine dicembre 2016 era stata pubblicata sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico la graduatoria di 68 progetti con l’assegnazione delle risorse (73 milioni di euro) per gli anni 2014 e 2015.

Dal dlgs 102/2014 al PREPAC

Il PREPAC nasce dal decreto legislativo n. 102 del 4 luglio 2014, attuazione della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica. L’articolo 5 del decreto prevede che il Ministero dello Sviluppo Economico, insieme alle Pa competenti, e con la collaborazione dell’Agenzia del Demanio, prepari ogni anno un programma per la riqualificazione energetica degli edifici della Pa centrale con l’obiettivo di conseguire la riqualificazione energetica di almeno 3% annuo della superficie utile climatizzata.

Il coordinamento e il monitoraggio dello stato di avanzamento del Programma è demandato alla Cabina di Regia per l’efficienza energetica, costituita dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero dell’Ambiente.

Il D.M. del 16 settembre 2016 con le “Modalità di attuazione del programma di interventi per il miglioramento della prestazione energetica degli immobili della pubblica amministrazione centrale“, disciplina la predisposizione e l’attuazione del programma, definendo oltre ai principi generali per la predisposizione dei progetti di efficienza energetica, anche i criteri per la valutazione delle proposte progettuali, ai fini della definizione della graduatoria annuale funzionale all’esecuzione del Programma.

In attuazione dell’art. 16, comma 3 del D.M. sono state realizzate appunto le Linee Guida per i progetti di riqualificazione energetica per le Pa, che illustrano i criteri generali e le indicazioni operative per la predisposizione e la presentazione delle proposte progettuali, ai fini dell’ammissione al programma.

Leggi anche

Riqualificazione energetica edifici pubblici: interventi ammessi, modalità di finanziamento e controlli

 


Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here