general contractor

Nel settore delle ristrutturazioni può accadere che alcuni committenti, soprattutto se poco esperti della materia, si imbattano in una serie di problematiche diverse, talvolta di difficile risoluzione. E le difficoltà, molto spesso, finiscono per amplificarsi sia sotto il profilo economico che temporale. Una soluzione che ultimamente viene adottata, è quella consistente nell’individuazione di un “general contractor”.

Un nuovo modo di costruire

Con il termine general contractor (o appaltatore generale) si intende una persona fisica o una società giuridica, che viene individuata dal committente finale per ottimizzare tutti i processi di costruzione.

L’obiettivo che porta all’individuazione del general contractor è semplice e intuibile, e mira all’ottimizzazione dei tempi e del costo economico, nonché alla diversificazione delle responsabilità, tecniche e giuridiche, da parte del committente.

Perché utilizzare una società esterna?

Soprattutto in processi complessi l’individuazione di una figura terza presenta innumerevoli vantaggi. Innanzitutto essa possiede estrema contezza dei processi costruttivi e di tutte le varie tempistiche da rispettare. Tale modo di agire contempla, oltre le scadenze tecniche, anche quelle burocratiche la cui mancata ottemperanza porta, alle volte, a degli stop estremamente anti-economici.

Il general contractor funge inoltre da coordinatore di tutte le altre professionalità che interverranno nel processo di costruzione, e ciò permette, oltre al risparmio dei tempi morti di attesa, anche un maggiore risparmio economico, essendo i sub contractor individuati in base all’esperienza del general contractor e alla convenienza che essi garantiscono all’interno del processo costruttivo.

Le peculiarità del general contractor

Di solito chi svolge il ruolo di general contractor ha delle caratteristiche ben determinate. All’interno dello staff ci saranno infatti delle professionalità specifiche che nei settori di appartenenza conoscono la materia alla perfezione. Queste riusciranno ad individuare le maggiori criticità durante le varie opere di costruzione o ristrutturazione, e grazie alla loro specifica competenza sapranno come fare per superarle in tempi brevi e senza costi esorbitanti.

Non è raro inoltre che all’interno della struttura organizzativa del general contractor, ci sia anche un ramo aziendale che si interessi di recepire eventuali finanziamenti. Quest’ultima caratteristica, soprattutto negli ultimi tempi, sta ottenendo un’attenzione sempre maggiore e di fatto contribuisce a far assurgere al ruolo dell’appaltatore generale una mansione totalizzante a 360°.


Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here