L’Associazione dei Comuni ha pubblicato “La semplificazione amministrativa dei regimi edilizi – Decreto Legislativo 25 novembre 2016, n. 222 (SCIA 2)”, quaderno tecnico dedicato alle amministrazioni, ai cittadini e alle imprese con anche la modulistica aggiornata alla luce del nuovo decreto sull’autorizzazione paesaggistica.

Oltre all’inquadramento delle nuove norme sugli interventi di edilizia nelle città, il quaderno offre agli amministratori e agli 8 mila Municipi una modulistica aggiornata su tutte le modalità di adempimento necessari secondo il tipo di intervento edilizio.

La nuova modulistica

Ecco i modelli aggiornati con il Dlgs 222/2016 e il DPR 31/2017:

  • Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA)
  • Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) in alternativa al Permesso di costruire
  • Richiesta di permesso di costruire

I modelli definiti ex novo:

  • Comunicazione di Inizio Lavori (CIL) per interventi di edilizia libera
  • Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA) per interventi di edilizia libera

Ti potrebbe interessare anche:

SCIA e SCIA 2: Guida all’applicazione per gli addetti ai lavori e i cittadini

Infine il quaderno spiega che la modulistica dovrà essere integrata o modificata secondo le specifiche discipline regionali, tenendo in considerazione il fatto che le regioni e i comuni dovranno adeguare, entro il 30 giugno 2017, i propri ordinamenti alle disposizioni del Dlgs 222/2016.

Il quaderno tecnico è consultabile gratuitamente sul sito istituzionale dell’Associazione www.anci.it

SCIA 2, cosa cambia nella disciplina edilizia

SCIA 2, cosa cambia nella disciplina edilizia

V. Tarroni, 2016, Maggioli Editore

Il Governo ha da poco approvato il decreto SCIA 2 (D.lgs 222/2016), che contiene  l’elenco dettagliato di tutte le attività, anche in materia di edilizia, indicando se tali attività sono libere o meno, e riassume anche gli adempimenti successivi...




Condividi

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here